Razzia (2017)
The Nothing Factory (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
A Ciambra (2017)
On Body and Soul (2017)
Thelma (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

SARAJEVO 2015 Industria

email print share on facebook share on twitter share on google+

CineLink premia i nuovi progetti di Aida Begić, Ines Tanović e Adrian Sitaru

di 

- La sezione industry del Festival di Sarajevo ha puntato i riflettori sui prossimi film dei talenti della regione del Sud-est europeo

CineLink premia i nuovi progetti di Aida Begić, Ines Tanović e Adrian Sitaru
Aida Begić riceve il premio Eurimages alla cerimonia di CineLink (©SFF)

Mentre le sezioni principali del 21° Festival di Sarajevo volgevano al loro termine con la consegna del Cuore di Sarajevo e dei premi principali (leggi la news), la parte industry della manifestazione, il CineLink, premiava dal canto suo i migliori progetti che vi hanno partecipato quest’anno (leggi la news). I premi del mercato di coproduzione, assegnati da una giuria composta da rappresentanti di Arte France, il Festival di Cannes e il Netherlands Film Fund, fra gli altri, sono stati distribuiti tra Bosnia-Erzegovina, Turchia e Romania. La nota regista bosniaca Aida Begić si è aggiudicata l’Eurimages Co-production Development Award e uno dei Synchro Film Vienna CineLink Awards per il suo nuovo progetto A Ballad; alla sua connazionale Ines Tanović, regista del film rappresentante la Bosnia ai prossimi Oscar, Our Everyday Life [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ines Tanović
scheda film
]
, sono andati il Macedonian Film Agency CineLink Award e un altro dei Synchro Film Vienna CineLink Awards. La Turchia ha invece festeggiato il premio Arte International Relations CineLink Award per Hamarat Apartment di Huseyin Karabey, che ha ricevuto anche il terzo e ultimo premio di Synchro Film Vienna. Soldiers, della serba residente in Romania Ivana Mladenović, ha conquistato il Living Pictures Service CineLink Award. Il bosniaco Alem Babić ha ricevuto la borsa di studio EAVE.

Nella sezione Work In Progress (leggi la news), la cui giuria era composta da rappresentanti del Doha Film Institute, Memento Films e Post Republic, i vincitori sono The Fixer del rumeno Adrian Sitaru (con il Post Republic Award), Godless [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ralitza Petrova
scheda film
]
 della bulgara Ralitza Petrova (con il Restart Award) e Next To Me [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stevan Filipović
scheda film
]
del serbo Stevan Filipović (con il Premio del Pubblico Giovane, giacché era stato presentato nella sezione Avant-Premieres).

Dal canto suo, il workshop di documentari Docu Rough Cut Boutique (leggi la news) ha assegnato riconoscimenti a Korida di Siniša Vidović (il Work In Progress Digital Cube Award e l’HBO Adria Award), Little Berlin Wall di Toma Chagelishvili (l’IDFA Award) e Cinema, Mon Amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alexandru Belc
scheda film
]
di Alexandru Belc (il CAT&Docs Award e il Croatian Radiotelevision Award).

Per maggiori informazioni, consulta il sito del festival.

(Tradotto dallo spagnolo)

Jihlava
San Sebastián Full
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss