La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Orpheline (2016)
Félicité (2017)
Paris La Blanche (2016)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

VENEZIA 2015 Settimana della Critica

email print share on facebook share on twitter share on google+

Banat, viaggio nell'indeterminatezza

di 

- VENEZIA 2015: Il film di Adriano Valerio, unico italiano presente nella Settimana della Critica della Mostra, è una coproduzione con Romania, Bulgaria e Macedonia

Banat, viaggio nell'indeterminatezza
Edoardo Gabbriellini e Elena Radonicich in Banat

"Che ci faccio qui?" si chiese Bruce Chatwin intitolando così la sua raccolta di racconti di viaggi. Si chiede la stessa cosa Ivo (Edoardo Gabbriellini), agronomo toscano che ha appena lasciato Bari per accettare un lavoro in Romania. Lo dice osservando un neon immerso nella  nebbia di un paesino sperduto. Il senso di spaesamento è l'elemento dominante di Banat (Il viaggio) [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Adriano Valerio, unico film italiano selezionato nella Settimana della Critica alla Mostra di Venezia

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Lo spaesamento dominava anche 37°4 S, cortometraggio di Valerio premiato a Cannes 2013 e ai David di Donatello. Nel suo primo lungo il giovane regista affronta, come tanti altri autori europei, il tema della crisi del lavoro e le sue conseguenze, e lo fa mostrando lo spiazzamento emotivo delle nuove generazioni. Ivo ha incontrato Clara (Elena Radonicich) proprio prima di partire dall'Italia. Tra loro è nato qualcosa. Clara, che ha appena perso il lavoro a Bari, lo raggiungerà dopo qualche giorno e gli starà accanto nell'indeterminatezza che regna in quel Paese. Tutto precipita quando Ivo suggerisce al suo datore di lavoro in crisi Ion (Stefan Velniciuc) di tagliare i costi della distribuzione dei suoi ortaggi. Qualcuno dà fuoco all'azienda e Ion dovrà rivelare un segreto che conserva dai tempi della dittatura di Ceausescu.  

Banat è prodotto da Mario Mazzarotto e Emanuele Nespeca per Movimento Film con Rai Cinema. E' coprodotto con la Ars Digital per la Bulgaria, la Parada Film per la Romania (Il caso Kerenes [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Calin Peter Netzer
festival scope
scheda film
]
, Orso d'Oro alla Berlinale 2013) e vede la Macedonia per la prima volta coinvolta in un progetto di coproduzione con l'Italia attraverso la Kt Film and Media. Il film è stato realizzato anche con il sostegno del Programma MEDIA e con il contributo della Apulia Film Commission.

Leggi anche

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home