La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
El bar (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

VENEZIA 2015 Concorso

email print share on facebook share on twitter share on google+

El Clan: un'incredibile verità

di 

- VENEZIA 2015: Il regista argentino Pablo Trapero presenta un film accattivante e adrenalinico sulla famiglia Puccio in concorso al 72° Festival di Venezia

El Clan: un'incredibile verità
Guillermo Francella e Antonia Bengoechea in El Clan

In El Clan [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in competizione al 72° Festival di Venezia, il regista argentino Pablo Trapero racconta l'incredibile storia di un'intera famiglia responsabile di diversi sequestri con esiti mortali nell'Argentina degli anni '80. La famiglia Puccio riesce a preservare la propria immagine di normale famiglia che vive a San Isidro, un sobborgo di Buenos Aires, dove gestisce il proprio negozio - un'altra delle loro imprese familiari. Il loro figlio Alejandro (Peter Lanzani) è una famosa stella del rugby che gioca per la squadra nazionale argentina, "Los Pumas". 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questi incredibili eventi raccontati da Trapero sono basati sulla vera storia del clan Puccio, con a capo il padre, Arquímedes (con una performance da brividi di Guillermo Francella). Ambientato in un tempo in cui l'Argentina viveva gli ultimi anni di una dittatura militare e all'alba della democrazia, il film abbraccia questo periodo di transizione. Iniziando con l'arresto del clan, il film guarda indietro agli eventi, aiutato dalle tecniche di montaggio sottili ma immediate. Il materiale d'archivio della relazione finale trasmessa in TV sulle persone scomparse si vede all'inizio del film e presenta un Paese in transizione. Guidata dal governo democratico successivo sotto Raúl Alfonsín, venne istituita una commissione per indagare su questi crimini commessi anni prima. Questo periodo di conversione si trova al centro del film, che passa dai primi rapimenti al successivo arresto della famiglia. 

Il clan viene presentato mentre conduce due vite completamente diverse: una da normale famiglia della porta accanto, giustapposta all'altra che li vede raccapriccianti rapitori e assassini. Attraverso il montaggio alternato di sequenze parallele, vediamo il figlio maggiore, la stella del rugby Alejandro, in un momento intimo con una ragazza in una macchina parcheggiata, mentre la loro scena d'amore è inframmezzata con immagini che mostrano la violenza di uno dei sequestri effettuati dal clan Puccio nella cantina della loro casa a San Isidro. Un'altra scena notevole, che trae il suo slancio dal montaggio di Trapero e Alejandro Carrillo Penovi, è il momento del primo sequestro del giovane compagno di squadra di rugby Ricardo Manoukian.

Da quel momento in poi, Trapero offre una panoramica dei legami familiari, e indaga le responsabilità e le conoscenze di ciascuno dei membri della famiglia, coinvolti in misura diversa. Dopo il raduno nello spogliatoio e il momento di incredulità e shock di Alejandro, la scena successiva mostra la famiglia Puccio a tavola - una scena normale di tutti i giorni che è quindi ancora più incredibile, poiché lo spettatore è ormai a conoscenza di ciò che accade sotto la superficie di questa famiglia gestita interamente dal carattere dominante e ostile del padre, Arquímedes. 

El Clan è uscito in Argentina il 13 agosto, dove ha stabilito un nuovo record d'incassi. Dopo Venezia, il film continuerà il suo viaggio verso il Festival di San Sebastian, passando per Toronto. Trapero ha sia scritto che prodotto il film, insieme alla società di produzione El Deseo, gestita dai fratelli Agustín e Pedro Almodóvar. Le vendite mondiali sono gestite dalla società spagnola Film Factory.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring