The Square (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
One Step Behind the Seraphim (2017)
The Nothing Factory (2017)
A Ciambra (2017)
On Body and Soul (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LONDRA 2015 Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Lost in Munich al Festival del Cinema di Londra

di 

- Il nuovo film di Petr Zelenka sarà presentato in prima mondiale

Lost in Munich al Festival del Cinema di Londra
Lost in Munich di Petr Zelenka

Il nuovo film del regista ceco Petr Zelenka, autore di commedie drammatiche molto apprezzate come Buttoners e Wrong Side Up, oltre a un memorabile e poco convenzionale adattamento di Dostoyevski, The Karamazov Brothers [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, torna sul grande schermo con la commedia Lost in Munich, altrettanto insolita e accattivante. Il film, la cui uscita è prevista per il 22 ottobre, in patria e in Slovacchia, avrà la sua prima mondiale al Festival del Cinema di Londra. E’ programmata nella sezione Laugh e la sua proiezione è prevista per i primi di ottobre. “Si potrebbe dire che l’umorismo del nostro film è, in un certo senso, britannico, quindi è logico che il collega più giovane di Dead Parrot dei Monty Python abbia la sua prima mondiale lì”, scherza il regista.

Il film è descritto come una satira politica, una commedia con elementi assurdi e un film su un film. La sinossi ufficiale è la seguente: “Siamo nel 2014 e ‘Señor P’, un pappagallo parlante grigio di 90 anni appartenuto a Édouard Daladier, si ritrova a Praga su invito del direttore dell’Istituto Culturale Francese in quanto reliquia vivente dell’epoca degli Accordi di Monaco. La parte ceca organizza una conferenza stampa alquanto assurda, in cui il ‘señor’ ripete alcune dichiarazioni chiave attribuite al suo antico padrone. In circostanze drammatiche, il pappagallo viene sequestrato da Pavel, un giornalista ceco, e le sue dichiarazioni polemiche su Édouard Daladier provocano un accidentale scandalo politico. Su questo sfondo, seguiamo la lotta di Pavel per far fronte a una crisi di mezza età, lasciando il suo lavoro e sua moglie, mentre stringe il legame con la star mediatica piumata. Nella seconda parte, concepita come un film ‘dietro le quinte’, vediamo che era tutto un complicato progetto di coproduzione tra la Repubblica Ceca e la Francia che va avanti nonostante i problemi”.

Lost in Munich è stato prodotto da David Ondříček per Lucky Man Films, con Czech Television e Barandov Studio in qualità di coproduttori. Il Czech State Cinematography Fund ha finanziato il progetto, mentre Falcon e Continental si incaricheranno della distribuzione nella Repubblica Ceca e in Slovacchia, rispettivamente.

Oltre a Lost in Munich, la 59ª edizione del Festival di Londra proietterà il documentario coprodotto da Repubblica Ceca e Slovacchia wave vs shore, scritto, diretto e filmato dallo slovacco Martin Štrba, che segue i passi di una generazione di fotografi slovacchi, la cosiddetta Nouvelle Vague Slovacca. Un cortometraggio realizzato dallo studente Jan Vondráček, At the Jiznak Estate, sarà proiettato come parte della sezione Last Man Standing is a Girl, che esamina il ruolo delle donne giovani nella società contemporanea, e la sezione Treasures, che ha l'obiettivo di recuperare materiale dagli archivi di tutto il mondo, presenta Old Czech Legends, un’antologia restaurata in digitale formata da sei storie, di Jiří Trnka, un pioniere dell’animazione con le marionette.

Il Festival del Cinema di Londra si terrà dal 7 al 18 ottobre.

(Tradotto dall'inglese)

San Sebastian Report
Jihlava
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss