Nocturama (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Slovenia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il film horror Idyll vince come Miglior Film Sloveno a Portorose

di 

- The Reaper ha vinto come Miglior Co-produzione Minoritaria, mentre Home ha portato a casa il Premio al Miglior Documentario e quello del Pubblico

Il film horror Idyll vince come Miglior Film Sloveno a Portorose
Idyll di Tomaž Gorkič

Il 18° Festival del Cinema Sloveno di Portorose (15-20 settembre) si è concluso con la vittoria del "primo horror sloveno di sempre", Idyll dello scrittore, regista e montatore emergente Tomaž Gorkič, del premio principale, il Vesna al Miglior Film.

Il film ha inoltre ricevuto i premi al Miglior Attore Non Protagonista per Jurij Drevenšek, alla Miglior Attrice Non Protagonista per Nika Rozman e alla Miglior Scenografia per Gregor Nartnik.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Se la risposta alla nostra realtà sociale è morire da qualche parte nei boschi sloveni, è opportuno che invece di suicidarsi, periamo sotto la possente testa dell'ascia, mentre la risposta all'impotente critica sociale è fornita da Vintlr, che ci mostra com'è fatto un vero uomo. Solennemente e ironicamente, proprio come i film di questo genere dovrebbero fare, Idyll ci offre, su un piatto, una visione specifica del mondo in cui viviamo", ha detto la giuria, composta dal direttore della fotografia Simon Pintar, dall'autrice Polona Petek, dalla critica cinematografica Varja Močnik, dal regista Siniša Gačić e dal giovane autore-regista Gregor Božič.

The Reaper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Zvonimir Jurić
scheda film
]
di Zvonimir Jurić ha vinto il Premio alla Miglior Co-produzione Minoritaria e quello al Miglior Sonoro per Julij Zornik, mentre Home [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Metod Pevec, presentato alla Competizione Documentari a Sarajevo, ha ricevuto il Premio al Miglior Documentario e quello del Pubblico.

Uno dei registi sloveni più noti a livello internazionale, Jan Cvitkovič, che ha inoltre partecipato alla competizione dei film con Šiška Deluxe, ha vinto come Miglior Regista per il suo cortometraggio Love on the Roof of the World. Lo stesso film ha anche ricevuto il Premio Vesna per il Miglior Cortometraggio, Miglior Attore Protagonista per Ivo Barišič e Miglior Musica per Niko Novak.

Anche il premio alla Migliore Sceneggiatura è andato a un cortometraggio: Schoolmates dello sceneggiatore e regista Darko Sinko. Nel frattempo, Mojca Fatur del film di Miha Knific Four Things I Wanted to Do with You ha vinto il Premio alla Miglior Attrice Protagonista e i Premio Stop Magazine alla Miglior Attrice dell'Anno.

The High Sun [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Dalibor Matanic
scheda film
]
di Dalibor Matanić ha ricevuto il Premio Slovenian Art Cinema Network, e il direttore della fotografia del film, Marko Brdar, ha vinto il Premio alla Miglior Fotografia. Il Premio Vesna al Miglior Montaggio è stato conferito a Jurij Moškon per il suo lavoro al film per ragazzi di Boris Petkovič The Beat of Love.

L'Associazione dei Critici Cinematografici Sloveni ha dato il suo premio a Case: Osterberg di Matej Nahtigal, mentre Zippity Zappity di Jernej Žmitek e Boris Dolenc ha vinto come Miglior Film d'Animazione, e il premio al Miglior Film Sperimentale è andato a Composition di Mitja Manček.

Il Premio Vesna al Miglior Film Studentesco e il Premio Restart al Miglior Film Studentesco sono stati attribuiti a Distant Memory di Valérie Wolf Gang. Infine, il Premio Vesna per Risultati Speciali è andato a The Little Prince di Matej Peljhan.

(Tradotto dall'inglese)

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home