Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

NETHERLANDS FILM FESTIVAL 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

J. Kessels, uno scrittore in cerca di una storia

di 

- Il nuovo film di Erik de Bruyn inaugura oggi il Netherlands Film Festival e riunisce Fedja van Huêt e Frank Lammers 15 anni dopo Wild Mussels

J. Kessels, uno scrittore in cerca di una storia
Fedja van Huët e Frank Lammers in J. Kessels

Nel 2000, Wild Mussels di Erik de Bruyn inaugurò il Netherlands Film Festival. Oggi, quindici anni dopo, il regista ripete l’esperienza con il suo ultimo lungometraggio, J. Kessels [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film d’apertura della 35ª edizione della manifestazione che si tiene a Utrecht da oggi fino al 2 ottobre. De Bruyn torna accompagnato dagli attori Fedja van Huët e Frank Lammers, protagonisti di Wild Mussels, ora di nuovo insieme per J. Kessels.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche J. Kessels, storia di uno scrittore in cerca di una storia, è uno di quei progetti che si rifà all’immaginario folk di un’America mitizzata al cinema. Come in altri film europei degli ultimi anni –The Broken Circle Breakdown [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
festival scope
scheda film
]
di Felix Van Groningen o Les Géants [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
di Bouli Lanners, per fare giusto qualche esempio, casualmente belga – J. Kessels si ispira ad elementi musicali ed estetici tipicamente americani, impersonati in modo potente e a volte esilarante da J. Kessels, il personaggio di Lammers, creato da Franske (van Huët), uno scrittore in pieno blocco creativo con una tendenza a includere frasi in inglese nelle sue note e nei suoi dialoghi in olandese.

Come un racconto di pulp fiction, J. Kessels si divide in quattro capitoli. In essi seguiamo un viaggio in macchina – sì, anche questo è un road movie – dall’Olanda ad Amburgo, in Germania, e di ritorno in Olanda. Dopo essere stato contattato da un vecchio compagno di scuola, Bertje (Marc Lauwrys), Franske parte con Kessels a cercare qualcuno la cui identità non è subito rivelata. In questo viaggio-missione, ciò che Franske fa è anche cercare una storia per la sua prossima opera, nelle strade e negli strip club di Amburgo. Fino a quando, inaspettatamente, il cadavere di un magnaccia non finisce nel bagagliaio della macchina… Ma J. Kessels è anche, lo dice Franske in inglese, un viaggio “down memory lane” (“sulla strada della memoria”), in cui lo scrittore si confronta con i propri ricordi e alla fine incontra Birgit, il suo sogno adolescenziale, oggi una signora di mezz’età senza più il fascino della Lolita di allora.

Primi piani vertiginosi, una fotografia curata e un montaggio dinamico accentuano il carattere inquieto e imprevedibile di un film che punta a un mix sorprendente di realtà e finzione in cui, come canta J. Kessels nell’ultima scena, la cosa più importante sembra essere “non la destinazione, ma il viaggio”.

J. Kessels è stato inizialmente presentato al Co-Production Platform dell’Holland Film Meeting nel 2012 da CTM Pictures, che ha coprodotto il film con la casa di produzione belga CZAR. Dopo l’anteprima, oggi al Netherlands Film Festival, J. Kessels uscirà l’1 ottobre in Olanda, distribuito da September Film.

(Tradotto dallo spagnolo)

Leggi anche

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss