The Square (2017)
The Erlprince (2016)
Grain (2017)
A Gentle Creature (2017)
Scary Mother (2017)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Portogallo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Lisbon & Estoril Film Festival annuncia la programmazione della sua 9ª edizione

di 

- Dodici film concorreranno al festival, tra cui l’opera prima di João Salaviza, Montanha

Il Lisbon & Estoril Film Festival annuncia la programmazione della sua 9ª edizione
Montanha di João Salaviza

Il Lisbon & Estoril Film Festival, la cui 9ª edizione si terrà dal 6 al 15 novembre, estenderà le sue proiezioni ed eventi speciali a nove sedi (un numero senza precedenti) portando alcune delle pellicole più attuali — la maggior parte delle quali già proiettate in manifestazioni  internazionali importanti — nella capitale portoghese e nella città costiera di Estoril (che in passato era l’unica location del festival).

La sezione del concorso principale — che prima ammetteva solo film europei — è ora aperta al cinema mondiale. Dodici pellicole competeranno per il primo premio della manifestazione, che sarà assegnato da una giuria eclettica composta dall’attrice francese Sabine Azéma, la regista austriaca Jessica Hunter, il pianista israeliano Itamar Golan, il matematico francese Cédric Villani e il fotografo polacco Andrei Andreievitch.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le dodici pellicole sono 11 Minutes [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Jerzy Skolimowski
scheda film
]
di Jerzy Skolimowski (Polonia), Winter Song [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Otar Iosseliani (Francia), Peace to Us in Our Dreams [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Sharunas Bartas
scheda film
]
di Sharunas Bartas (Francia/Lituania), Room [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Lenny Abrahamson (Canada/Irlanda), The Childhood of a Leader [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Brady Corbet (Francia/Ungheria/Regno Unito), My Golden Days [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Arnaud Desplechin (Francia), Te prometo anarquía [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julio Hernández Cordón (Germania/Messico), Kaili Blues di Gan Bi (Cina), Journey to the Shore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Kiyoshi Kurosawa (Francia/Giappone), El apóstata [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Federico Veiroj (Spagna/Francia/Uruguay), 7 Chinese Brothers di Bob Byington (Stati Uniti) e l’attesissima opera prima di João Salaviza, Montanha [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: João Salaviza
scheda film
]
. Il film di Salaviza, che uscirà nei cinema portoghesi il 19 novembre, è stato presentato in anteprima mondiale ai festival di Venezia e San Sebastian.

Questa promettente lista di lungometraggi prosegue con la sezione non competitiva che comprende un totale di 18 pellicole, tra cui il dramma intimo di Andrew Haigh 45 anni [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrew Haigh
scheda film
]
(premiato all’ultima Berlinale), il ritorno di Andrzej Żuławski con Cosmos [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Victória Guerra
scheda film
]
(premiato a Locarno), The Measure of a Man [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Stéphane Brizé
scheda film
]
di Stéphane Brizé (premiato a Cannes) e The Second Mother di Anna Muylaert, candidato brasiliano agli Oscar.

Per ora, tre film sono stati annunciati nella sezione "Promesse"; uno di questi è il secondo lungometraggio portoghese che si proietterà al festival (oltre a Montanha): l’opera prima [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della regista televisiva Patrícia Sequeira, Game of Checkers, che conta su un cast impressionante ed esclusivamente femminile (Rita Blanco, Maria João Luís, Ana Nave, Ana Padrao e Fátima Belo).

Altre sezioni includono una retrospettiva del regista tedesco Wim Wenders — che presenterà il suo ultimo film, Every Thing Will Be Fine [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
, con protagonisti James Franco e Charlotte Gainsbourg — omaggi e retrospettive dedicate all’attore portoghese Luís Miguel Cintra, al regista nordamericano Jonathan Demme, al cineasta tedesco Hans-Jürgen Syberberg, al regista nato in Iran Barbet Schroeder e al cineasta statunitense David Gordon Green.

Le proiezioni saranno accompagnate da vari eventi complementari. Tra questi, un simposio intitolato "Bigger Than Life", organizzato dal filosofo portoghese José Gil, in cui si analizzerà il rapporto tra follia e creazione artistica. La conferenza includerà uno studio sul film Lilith (1964) di Robert Rossen, il cui protagonista, interpretato da Jean Seberg, era un artista schizofrenico. Tra i partecipanti figurano il regista Hans-Jürgen Syberberg, lo scrittore Juan Goytisolo, la psichiatra Françoise Davoine, la coreografa Yvonne Rainer e la pianista Maria João Pires.

(Tradotto dall'inglese)

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint Feature
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss