Sieranevada (2016)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
Verano 1993 (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CINEAST 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Family Film: uno studio avvincente su una famiglia in crisi

di 

- Il secondo film di uno dei registi cechi più promettenti, proiettato quest'anno al CinEast in Lussemburgo, è una pellicola formalmente audace

Family Film: uno studio avvincente su una famiglia in crisi

Il talento promettente Olmo Omerzu è salito alla ribalta dopo che il suo primo film nonché quello di fine studi, della durata di 65 minuti, A Night Too Young [+leggi anche:
trailer
intervista: Jiří Konečný
festival scope
scheda film
]
, fu scelto per il Forum della Berlinale nel 2012. Il regista sloveno studente del FAMU ha dato prova del suo potenziale internazionale attraverso la storia di due ragazzi che devono affrontare la loro adolescenza troppo presto, in presenza di adulti frivoli. Questa combinazione di talento e potenziale si può trovare nel suo secondo film, tanto ambizioso quanto atteso, Family Film [+leggi anche:
trailer
intervista: Olmo Omerzu
scheda film
]
, che vede anche la partecipazione di cinque Paesi. Omerzu non delude le aspettative, ben rappresentando il cinema ceco nel mondo. Dopo l'anteprima mondiale a San Sebastián, il film è stato finora scelto da festival come Cottbus e Tokyo, ed è ora di scena al CinEast in Lussemburgo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il titolo del film definisce il genere, l'ambientazione della storia e il tema nello stesso tempo; racconta la storia di una famiglia ceca che gode di uno stato sociale superiore a quello della classe media. Il loro ampio appartamento di Praga, pragmaticamente arredato, fa da sfondo alla maggior parte delle scene. Il rilievo dato a questo spazio, questo palco centrale, testimonia la sicurezza del regista, così come la fiducia che ha riposto nei suoi attori, che hanno dato vita alla sceneggiatura. Non ha sbagliato a giudicare nessuna delle due cose.

La madre e il padre lasciano i loro figli, un liceale e uno studente universitario, a casa da soli per una vacanza esotica in barca prima di Natale. Tengono d'occhio i figli tramite video-chiamate occasionali, e tutto sembra andare per il meglio finché l'assenza del figlio da scuola non diventa un problema e provoca una piccola crisi familiare. Gli spettatori devono cercare di trovare il motivo da soli, mentre di lì a poco assisteranno ad un'altra situazione difficile, dopo una perdita di contatto con i genitori. Poi un membro della famiglia interviene per occuparsi di entrambi i problemi.

Le complicazioni infine sfociano in una vera e propria crisi. Tuttavia, grazie allo sviluppo sommesso della trama, il film non scade mai nel melodramma, sebbene di possibilità se ne presentino diverse. Fin dalla scena iniziale, gli eventi vengono esaminati con un senso di freddo distacco, presentando uno studio di dinamiche di gruppo simile a quello dell'opera prima del regista. L'elemento aggiuntivo della distanza non impedisce al film di raccontare una storia avvincente, nonostante il ritmo leggermente diverso.

L'approccio creativo di Omerzu e del co-sceneggiatore Nebojša Pop-Tasić a una storia familiare e la sua forma è un elemento aggiuntivo che aggiunge un altro tassello al mosaico della riuscita del film. Il giovane regista alza davvero l'asticella, abbandonando completamente gli eventi domestici per seguire il cane di famiglia, Ottik, e la sua Robinsonade. L'atmosfera da documentario raggiunge il suo punto mentre monitoriamo l'animale durante il suo intermezzo di sopravvivenza drammaticamente rapido, che funge anche da parabola surrogata che contribuisce a rendere la struttura della trama accattivante e asimmetrica.

Le falle nella struttura non danneggiano il prodotto finale complessivo. Al contrario, questi squilibri intenzionali rafforzano l'impatto di quest'opera formalmente audace e la reputazione di regista maturo di Omerzu.

Il progetto è stato prodotto da Endorfilm (Repubblica Ceca) e co-prodotto da 42Film (Germania), Arsmedia (Slovenia), Rouge International (Francia), Punkchart Films (Slovacchia) e Czech Television (Repubblica Ceca), ed è stato sostenuto da Eurimages. Il film ha anche ricevuto il sostegno di Czech State Cinematography Fund, Slovak Audiovisual Fund, Slovenian Film Center, MDM Mitteldeutsche Medienförderung e del MEDIA Programme. Cercamon gestisce le vendite internazionali.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Gijon_Home
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss