La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
El bar (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PERSONAGGI Portogallo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il regista portoghese José Fonseca e Costa muore a 82 anni

di 

- La polmonite ci ha portato via uno dei registi portoghesi più caratteristici; stava girando il suo nuovo film, Axilas

Il regista portoghese José Fonseca e Costa muore a 82 anni
José Fonseca e Costa nel 2014, mentre ritira il Premio alla Carriera di Sophia

Il regista portoghese José Fonseca e Costa è morto di polmonite ieri mattina a Lisbona. Se ne va così uno dei registi più caratteristici del cinema portoghese, e una figura emblematica del movimento "Novo Cinema". All'età di 82 anni, era da poco tornato dietro la macchina da presa per girare quello che da oggi sarà ricordato come il suo canto del cigno, Axilas

Fonseca e Costa nacque in Angola nel 1933 e si trasferì a Lisbona nel 1945. Studiò legge, ma presto abbandonò l'università per lavorare nel cinema. Inizialmente le cose non furono facili per l'aspirante regista, il quale fu arrestato dalla Polizia di Difesa Statale e Internazionale, che gli impedì di lavorare alla rete pubblica RTP e di ricevere una borsa di studio per studiare cinema nel Regno Unito. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nel 1961, lavorò come stagista a L'Eclisse di Michelangelo Antonioni. Tornato in Portogallo dopo tre anni in Italia, iniziò a girare documentari e a lavorare nella pubblicità. Il suo primo lungometraggio, The Message, uscì nel 1971.

Durante la turbolenza politica degli anni '70, Fonseca e Costa diresse diversi film, tra cui il lavoro collettivo The Guns and the People (1975, raffiguranti i giorni della Rivoluzione dei Garofani) e The Ghosts of Alcacer-Kibir (1976). Tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli '80 il regista conobbe un notevole successo commerciale e di critica con film come Quilas, the Bad of the Picture (1980), No Trace of Sin (1982) e Balada da Praia dos Cães (1985).

Meno prolifico negli ultimi 20 anni - ma spesso apertamente critico sul sistema di finanziamento cinematografico del Portogallo - Fonseca e Costa ha diretto, tra gli altri, Five Days, Five Nights (1995), O Fascínio (2003) e Viúva Rica, Solteira Não Fica (2006). Nel 2014, è stato visto nel documentario di Rui Simões Alto Bairro e ha ricevuto il Premio alla Carriera presso l'Accademia del Cinema Portoghese. Durante il suo discorso, ha accusato l'ente del cinema nazionale ICA di essere un "regno della burocrazia", ​​sottolineando che "la burocrazia uccide la creatività, ma dovrebbe essere la creatività ad uccidere la burocrazia".

Quest'anno, Fonseca e Costa aveva iniziato a lavorare ad una produzione Paulo Branco chiamata Axilas [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. La maggior parte del film, adattamento di un racconto dell'autore brasiliano Ruben da Fonseca, è stata girata, e si prevede venga terminata nonostante la morte del regista.

(Tradotto dall'inglese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring