Glory - Non c'e tempo per i onesti (2016)
One Step Behind the Seraphim (2017)
The Nothing Factory (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
A Ciambra (2017)
On Body and Soul (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Norvegia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Una famiglia spezzata in Valley of Shadows

di 

- Dopo tre cortometraggi, Jonas Matzow Gulbrandsen è pronto per il suo primo lungometraggio, con Kathrine Fagerland protagonista

Una famiglia spezzata in Valley of Shadows
Il regista Jonas Matzow Gulbrandsen

Con una laurea in giornalismo televisivo al suo attivo, l'autore e regista norvegese Jonas Matzow Gulbrandsen si iscrive alla Scuola di Cinema Nazionale Polacca di Lodz, dove gira il cortometraggio Darek (2009), che ha ricevuto un Amanda, premio nazionale cinematografico norvegese. Ora è tornato tra i fiordi e i fjells per girare il suo primo lungometraggio, Valley of Shadows [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jonas Matzow Gulbrandsen
scheda film
]
, nella Norvegia occidentale.

Il dramma familiare sarà il secondo film norvegese della Film Farms, "una società di produzione internazionale nata in una fattoria in Norvegia", dopo il pluripremiato Letter to the King [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
di Hisham Zaman (2014). Ma i produttori Tom Kjeseth e Alan R Milligan avevano anche due film nella sezione Un Certain Regard a Cannes: Rams [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Grimur Hakonarson
scheda film
]
del regista islandese Grimur Hákonarson - che ha vinto il premio principale - e Lamb [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del regista etiope Yared Zeleke.

Co-prodotto da Teréz Hollo-Klausen, il film da €1 milione Valley of Shadows è descritto come "un lavoro cupo e metafisico" su una famiglia problematica in una piccola valle. La trentanovenne Astrid vive con suo figlio di sette anni, Aslak, e il loro cane, Rapp, ma Astrid sembra abbastanza indifferente ad Aslak - è intenta a rintracciare il figlio maggiore disperso, e dopo la morte di un giovane nel villaggio, teme che al figlio tocchi la stessa sorte.

Quando il cane scappa e si dirige nella foresta proibita, Aslak lo segue, cercando di trovarlo, ma si perde in mezzo al nulla. Durante il suo viaggio pericoloso e mistico, si imbatte in una presenza che lo conduce con sicurezza ad una baracca nel bosco. "L'elemento metafisico è fondamentale per il film", ha spiegato Gulbrandsen. "Il fantasma segue la famiglia traumatizzata come espressione del senso di colpa e delle emozioni di Astrid. Ma chi ha incontrato Aslak nella foresta - il fratello o un fantasma?" 

L'attrice norvegese Kathrine Fagerland (della saga Fallen Angels [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) interpreta la protagonista del film, la cui fotografia è affidata al fratello del regista, Marius Matzow Gulbrandsen (direttore della fotografia di Letter to the King); sono entrambi co-proprietari di Film Farms, che ha ricevuto €135.000 in contributi sia dal centro cinematografico regionale Filmkraft Rogaland che dal Fuzz Film Fund.

(Tradotto dall'inglese)

Jihlava
San Sebastián Full
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss