American Honey (2016)
Un padre, una figlia (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
The Ornithologist (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Screen Flanders sostiene Erik Van Looy, Gilles Coulier e Peter Monsaert

di 

- Il fondo d’investimento regionale fiammingo Screen Flanders ha annunciato i risultati della sua seconda sessione 2015: saranno aiutati 8 progetti per 1,5 milioni di euro

Screen Flanders sostiene Erik Van Looy, Gilles Coulier e Peter Monsaert
Il regista Erik Van Looy

Tra gli otto progetti scelti durante la seconda sessione 2015 del fondo d’investimento regionale fiammingo Screen Flanders, la metà sono produzioni maggioritarie belghe. Tra queste troviamo De Premier, il prossimo film di Erik Van Looy, un progetto in corso da qualche tempo ormai, che Kinepolis Film Distribution annuncia per l’autunno 2016. Si tratta di un thriller politico sul rapimento del primo ministro (De Premier), interpretato da Koen De Bouw, un fedele di Van Looy, che abbiamo già visto in The Alzheimer Case [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Loft [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Per assicurarsi la credibilità del progetto, Van Looy avrebbe sollecitato la consulenza di Yves Leterme, l’ex primo ministro belga. Il film sarà prodotto da FBO, la nuova società creata da Hilde De Laere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Screen Flanders ha deciso di sostenere un giovane regista emergente, Gilles Coulier, a cui si deve la recente serie iconoclasta Bevergem. Cargo, il suo primo lungometraggio, è un dramma familiare in cui tre fratelli affondano nella criminalità per tenere a galla la pescheria di famiglia. Il film sarà prodotto da De Wereldvrede, la società co-fondata da Coulier.

Screen Flanders ha accordato il suo sostegno anche al secondo lungometraggio di Peter Monsaert, Le Ciel flamand [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Peter Monsaert
scheda film
]
 (una produzione Lunanime), girato quest’estate tra Gand e le Ardenne, la storia di tre generazioni di donne che tentano di trovare se stesse in un bordello alla frontiera franco-belga (leggi la news). Il regista vi ritrova Wim Willaert, protagonista del suo primo film Offline [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. La fotografia è firmata da David Williamson, lo stesso di Cargo. Ultimo film belga selezionato, Charlie en Hannah geen uit di Bert Scholiers, prodotto da Minds Meet.

Per quanto riguarda le coproduzioni, Screen Flanders finanzierà due film olandesi (Falko di Dennis Bots e Layla M [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. di Mijke de Jong), un film islandese Ploey You Never Fly Alone di Árni Ólafur Ásgeirsson e Ives Agemans e uno inglese The Kaiser’s Last Kiss, di David Leveaux

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs