Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Stati Uniti/Europa

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Festival di Slamdance svela la sua programmazione, con tanti titoli europei

di 

- L’evento statunitense, che si svolge in parallelo a Sundance, conta rappresentanti europei nelle sue diverse sezioni competitive e fra le proiezioni speciali

Il Festival di Slamdance svela la sua programmazione, con tanti titoli europei
Last Summer di Leonardo Guerra Seragnoli

Considerato come il “fratello alternativo” di Sundance, e descritto dalla stessa organizzazione come “una vetrina per nuovi registi indipendenti”, il Festival del Cinema di Slamdance si tiene a Park City (Utah) dal 1995 e, da allora, è diventato un’istituzione annuale che promuove lo sviluppo di opere d’avanguardia e uno dei principali appuntamenti per il cinema indipendente di tutto il mondo. Negli anni passati, Slamdance ha fatto conoscere i primi progetti di talenti emergenti come Christopher Nolan (Interstellar [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
, la trilogia del Cavaliere oscuro) o Marc Foster (Monster’s BallGuerra Mundial Z [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), fra gli altri. La 21ª edizione del festival (che si terrà dal 22 al 28 gennaio 2016), presenterà varie produzioni e coproduzioni europee in concorso, così come diversi titoli fra le proiezioni speciali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nella sezione Narrative Features Programme, composta da opere prime di finzione di registi emergenti – di\ budget inferiore al milione di dollari e senza distribuzione – troviamo due prime europee: Last Summer [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Leonardo Guerra Seragnoli, un dramma italiano che si svolge a bordo di uno yacht di lusso, dove una madre passa gli ultimi giorni con suo figlio dopo averne perso la custodia; e The Lesson della regista e sceneggiatrice britannica Ruth Platt, un originale racconto del terrore sul rapporto fra un tormentato professore e un gruppo di adolescenti che deve sopportare i suoi attacchi d’ira. 1ha 43a, di Monika Pirch, è l’unico film europeo nella sezione Documentary Features Programme: è una produzione tedesca centrata sulla storia di una donna che ha ereditato dei terreni agricoli vicino Dusseldorf e tenta di sfruttare il potenziale delle sue nuove terre.

Lo Special Screening Programme, che completa la selezione di Slamdance 2016, include nuovi titoli da Polonia, Regno Unito, Germania e Italia, che avranno la loro prima mondiale o nordamericana durante il festival: Embers di Claire Carré, una coproduzione polacco-statunitense ambientata in un futuro post-apocalittico in cui gli umani hanno perso la memoria a causa di un’epidemia neurologica; Let's Be Evil del britannico Martin Owen, su una struttura sotterranea che offre formazione avanzata a bambini con abilità speciali; Alky Alky di Axel Ranisch, una produzione tedesca in cui si narra la tragicomica amicizia tra due uomini e il suo carattere autodistruttivo; e The Successor dei registi italiani Mattia Epifani e Francesco Lefons, la storia di un ex fabbricante di mine antiuomo che va in Bosnia per confrontarsi con i fantasmi del suo passato. 

(Tradotto dall'inglese)

Film Business Course
WBImages Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss