A Ciambra (2017)
Happy End (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
120 battements par minute (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
Jupiter's Moon (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Anticipo sugli incassi del CNC per Vers la bataille

di 

- Il CNC sosterrà l’opera prima di Aurélien Vernhes-Lermusiaux, prodotto da Noodles, e quelle di Rachid Hami, Sofia Djama e François-Xavier Drouet

Anticipo sugli incassi del CNC per Vers la bataille
Il regista Aurélien Vernhes-Lermusiaux

Il Messico nel 1860 sulle orme di un uomo incaricato dall’esercito francese di fotografare la guerra coloniale nel suo pieno svolgimento: è su questo che si incentra la sceneggiatura di Vers la bataille di Aurélien Vernhes-Lermusiaux, uno dei quattro progetti di opere prime selezionati durante l’ultima sessione 2015 dell’anticipo sugli incassi del CNC (che sarà ora presieduto dall’editrice Teresa Cremisi, succeduta a Serge Toubiana).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dal 2006 Aurélien Vernhes-Lermusiaux, diplomato al Fresnoy, ha realizzato dieci cortometraggi e mediometraggi La Lèvre fendue, L'inconnu, The Passenger, Le Rescapé, Le jour où le fils de Raïner s’est noyé, Le Fracas des pattes de l’araignée, Poisson, Hashima mon amour, Dzisiaj e Les photographes. Per il suo passaggio al lungometraggio, il cineasta ha co-firmato la sceneggiatura di Vers la bataille con Olivier Demangel. Disorientato, sempre fuori tempo, Louis, il protagonista, non è in grado di scattare la minima foto. Grazie alla sua amicizia con Pinto, un contadino messicano cui legherà il suo destino, la sua ricerca lo porterà a scoprire non la gloria o il denaro, ma la realtà della guerra e dello sguardo che porta sugli uomini e il mondo che li circonda. La produzione di Vers la bataille è affidata a Julien Naveau per Noodles Productions (che ha già lavorato tre volte con il regista).

L'anticipo sugli incassi del CNC sosterrà anche La moutonnière di Sofia Djama che sarà prodotto da Liaison Cinématographique. Molto apprezzata con il suo corto Mollement un samedi matin, la cineasta ha scritto una sceneggiatura già premiata con una menzione speciale al Gran Premio alla Migliore Sceneggiatura -Sopadin 2015. Ambientato ad Algeri qualche anno dopo la guerra civile, l’intrigo segue Amal e Samir che vanno al ristorante per festeggiare il loro ventesimo anniversario di matrimonio. Nel tragitto, entrambi rievocano la loro Algeria: Amal attraverso la perdita delle sue illusioni e Samir con la necessità di accontentarsene. Nello stesso momento Fahim, il loro figlio, e due amici, Feriel e Réda, vagano in un’Algeri che si chiude poco a poco su se stessa…

Il CNC appoggerà anche La mélodie di Rachid Hami (che ha co-firmato la sceneggiatura con Guy Laurent e Valérie Zenatti – prodotto da Nicolas Mauvernay per Mizar Films) e il progetto documentario Vert désert di François-Xavier Drouet (produzione: L'atelier documentaire).

(Tradotto dal francese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Italian Pavilion Cannes