Valley of Shadows (2017)
On Body and Soul (2017)
The Line di Peter Bebjak
God's Own Country (2017)
Absence of Closeness (2017)
Handia (2017)
I Am Not a Witch (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Gli astri nascenti brillano a Premiers Plans

di 

- Il meglio del cinema europeo è in vetrina alla 28ma edizione del festival angioino che comincia oggi

Gli astri nascenti brillano a Premiers Plans

Rivelatosi ad Angers nel 1991 con La Vie des morts, Arnaud Desplechin torna al Festival Premiers Plans (la cui 28ma edizione si apre oggi) in qualità di presidente di giuria. Affiancato da Laetitia Casta, Maya Sansa, Ruben Alves e Olivier Masset-Depasse, il cineasta valuterà la qualità del nuovo cinema giovane europeo che la manifestazione angioina ha sempre saputo valorizzare in modo brillante.

Nove lungometraggi sono in lizza nella competizione internazionale. Tra questi figurano Diamant noir [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Arthur Harari
scheda film
]
del francese Arthur Harari (leggi l'articolo – esce in Francia con Ad Vitam il 8 giugno), Keeper [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Guillaume Senez ­
scheda film
]
del belga Guillaume Senez (Label Europa Cinemas a Locarno e vincitore a Torino – esce in Francia il 23 marzo con Happiness Distribution) e Préjudice [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Antoine Cuypers
scheda film
]
del suo connazionale Antoine Cuypers (esce in Francia il 3 febbraio via Les Films du Losange), Lampedusa in Winter [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’austriaco Jakob Brossmann (scoperto a Locarno) e ancora Montanha [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: João Salaviza
scheda film
]
del portoghese Joao Salaviza (apprezzato alla Settimana della Critica veneziana e vincitore a Montpellier – Pyramide Distribution il 4 maggio in Francia). Una competizione completata da Cold of Kalandar [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del turco Mustafa Kara, dalla coproduzione tedesco-greco-americana Layla in the Sky (Petting Zoo) di Micah Magee (svelata al Panorama della Berlinale – esce in Francia il 22 giugno prossimo con Bodega Films) e da due titoli molto apprezzati a Karlovy Vary: Papa (Babai) [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Visar Morina
scheda film
]
del kosovaro Visar Morina che vi aveva ottenuto il premio del miglior regista, e The Wednesday Child [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lili Horváth
scheda film
]
dell’ungherese Lili Horvath che aveva trionfato nella sezione East of the West.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sezione competitiva dedicata ai lungometraggi francesi include cinque film, di cui due sono in programma alla prossima Berlinale: Baden Baden [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Rachel Lang (articolo – esce in Francia via Jour2Fête il 30 marzo) al Forum, e Ma révolution [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ramzi Ben Sliman (articolo) che sarà presentato nel programma Generation. Ad accompagnarli, la coproduzione franco-polacca Crache Coeur [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julia Kowalski (scoperta a Cannes nel programma dell'ACID – distribuzione Francia Zootrope Films il 17 febbraio), D'une pierre deux coups [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Fejria Deliba (articolo – esce il 13 aprile via Haut et Court) e La marcheuse [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Naël Marandin (articolo – esce il 3 febbraio con Rezo Films).

Fino al 31 gennaio, il festival Premiers Plans proporrà inoltre una competizione cortometraggi, una sezione Figures libres (con Bella e perduta [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pietro Marcello ­
scheda film
]
dell’italiano Pietro Marcello, John From [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del portoghese Joao Nicolau e Volta a terra [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del suo connazionale Joao Pedro Placido), The Here After [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Magnus von Horn
scheda film
]
dello svedese Magnus von Horn fuori concorso, uno zoom sull'Islanda (con 12 film tra cui Sparrows [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Rúnar Rúnarsson
scheda film
]
di Runar Runarson e Virgin Mountain [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Dagur Kari), una selezione battezzata "L'air numérique", omaggi e retrospettive ad Alain Cavalier, Milos Forman, Michael Lonsdale e Andreï Zviaguintsev, letture di sceneggiature (Après la guerre di Annarita Zambrano e Delphine Agut, Petit Paysan [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Hubert Charuel
scheda film
]
 di Hubert Charuel e Claude Le Pape, Ava [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Léa Mysius
scheda film
]
di Léa Mysius e Paul Guilhaume), programmi intitolati "Rebelles" e "Migrants d'aujourd'hui", una sezione di film cinesi e una lezione di cinema d’animazione con l’olandese Paul Driessen.

(Tradotto dal francese)

Astra
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss