Beauty and the Dogs (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

GÖTEBORG 2016 Paesi nordici

email print share on facebook share on twitter share on google+

Forte presenza nordica al Göteborg Film Festival

di 

- Da stasera (29 gennaio) fino all'8 febbraio, il più grande festival cinematografico svedese premierà sia il Miglior Film Nordico che il Miglior Documentario Nordico

Forte presenza nordica al Göteborg Film Festival
The Model di Mads Matthiesen

The Yard [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dello svedese Måns Månsson aprirà questa sera (29 gennaio) il 39° Göteborg Film Festival, prima della proiezione al Forum della Berlinale, ma è ben lungi dall'essere l'unico film nazionale al più grande festival cinematografico del Paese, che proietterà un totale di 450 film provenienti da 84 nazioni.

Oltre a The Yard e a Granny's Dancing on the Table [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Hanna Sköld nella competizione principale per il Dragon Award al Miglior Film Nordico da 1 milione di corone svedesi (€108.000), Extra Material di Maximilien Van Aertryck, Reflections di Sara Broos, Don Juan [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Jerzy Sladkowski e I Remember When I Die di Maria Bäck sono in corsa per il Premio al Miglior Documentario Nordico da 100.000 corone svedesi (€11.000). Dodici film e documentari svedesi avranno le loro anteprime mondiali nel programma speciale svedese, tra cui Under the Pyramid [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Axel Petersen, The Girl Who Saved My Life [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Hogir Hirori e il cortometraggio 6A [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Peter Modestij. La sezione svedese è curata da Tobias Åkesson.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La Danimarca ha tre contendenti al Miglior Film Nordico: l'anteprima mondiale di The Model [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mads Matthiesen, il candidato all'Oscar A War [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Tobias Lindholm
scheda film
]
di Tobias Lindholm e Land of Mine [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Louis Hofmann
intervista: Martin Zandvliet
scheda film
]
di Martin Zandvliet. Nel frattempo, Motley's Law di Nicole N Horanyi è in competizione per il Miglior Documentario. Con protagonista Maria Palm, The Model - secondo lungometraggio di Matthiesen - narra del viaggio pericoloso di una ragazza nel mondo della moda parigina, mentre sviluppa un'ossessione fatale per un fotografo (l'attore inglese Ed Skrein).

La regista danese Susanne Bier riceverà il Nordic Honorary Dragon Award di Göteborg (30 gennaio) alla proiezione del suo film premio Oscar In Un Mondo Migliore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2010), mentre Summer of ‘92 [+leggi anche:
trailer
intervista: Esben Smed
scheda film
]
di Kasper Barfoed - che ha registrato più di 315.000 spettatori in Danimarca - lancerà il Soccer Party del festival (2 febbraio), che prevede musica nella Festival Tent (per gentile concessione di Nina Natri) e interviste con le stelle del calcio svedese. La Danimarca ha inoltre fornito il film di chiusura, Satisfaction 1720 di Henrik Ruben Genz, con l'attore norvegese Jakob Oftebro nei panni del vice-ammiraglio Tordenskjold, eroe di guerra del 18° secolo che seguiamo dopo la fine del conflitto.

I contendenti finlandesi ai premi principali di Göteborg sono The Mine [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Aleksi Salmenperä, che avrà la sua anteprima mondiale all'evento. Narra dell'amministratore di un'immensa miniera di nichel e uranio nella Finlandia settentrionale che trova gravi svantaggi nel suo lavoro, che non aveva previsto. Return of the Atom di Mika Taanila e Jussi Eerola è in lizza per il Miglior Documentario; il film, che descrive la costruzione della centrale nucleare Olkiluoto 3 in un paesino di 6000 abitanti, è stato presentato in anteprima mondiale a Toronto.

Troviamo registi islandesi dietro a otto film a Göteborg, tra cui il pluripremiato Sparrows [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Rúnar Rúnarsson
scheda film
]
di Rúnar Rúnarsson nella competizione principale e The Show of Shows: 100 Years of Vaudeville, Circuses and Carnivals [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Benedikt Erlingsson in corsa per il miglior documentario.

La Norvegia, che ha recentemente vinto tre volte a Göteborg nella categoria Miglior Film Nordico, presenta quest'anno Welcome to Norway! [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rune Denstad Langlo
scheda film
]
di Rune Denstad Langlo in competizione, una commedia drammatica sul proprietario razzista e sull'orlo della bancarotta di un albergo nelle fjells, che vuole aprire un centro rifugiati finanziato dallo Stato per salvare l'economia. Doing Good di Margreth Olin è in lizza per il Miglior Documentario.

Infine, la regista svedese Sanna Lenken, il cui primo lungometraggio My Skinny Sister [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Sanna Lenken
scheda film
]
(2015) ha vinto il Premio del Pubblico al Miglior Film Nordico al Göteborg Film Festival dello scorso anno e poi un Orso di Cristallo alla Berlinale, riceverà il Premio Cinematografico della Città di Göteborg durante l'apertura dell'evento il 29 gennaio. Inoltre, il regista britannico Tom Hooper, il cui titolo The Danish Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paco Delgado
scheda film
]
è stato nominato per quattro Oscar, tra cui Miglior Attore (Eddie Redmayne) e Miglior Attrice Non Protagonista (Alicia Vikander), ritirerà l'Honorary Dragon Award di Göteborg durante una proiezione speciale del film allo Stora Teatern il 3 febbraio.

(Tradotto dall'inglese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss