Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Buon inizio per Les Tuche 2 - Le rêve américain

di 

- Prodotta da Eskwad e distribuita da Pathé, la commedia di Olivier Baroux fa la felicità degli esercenti francesi in questo inizio d’anno

Buon inizio per Les Tuche 2 - Le rêve américain
Una scena di Les Tuche 2 - Le rêve américain di Olivier Baroux

È quello che viene chiamato un film che funziona nel profondo, in altre parole quello il cui successo è dato da una forte infatuazione in provincia. Iniziando con 1,5 milioni d’ingressi in sette giorni, la commedia Les Tuche 2 - Le rêve américain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è una manna per gli esercenti francesi, che hanno periodicamente bisogno di commedie nazionali di richiamo, per mantenere il legame del grande pubblico con le sale cinematografiche. Ed è proprio il caso del film di Olivier Baroux, i cui primi risultati superano ogni aspettativa e che punta ai 4 milioni di entrate. Interpretata da Jean-Paul Rouve, Isabelle Nanty, Claire Nadeau, Sarah Stern, Pierre Lottin e Theo Fernandez, la commedia segue le disavventure statunitensi di una tipica famiglia francese strampalata, abbastanza incolta e che dà spesso prova di cattivo gusto e gentilezza. Su questa base viene costruita una serie di gag sullo sfondo delle differenze culturali, che ha fatto ridere buona parte della critica, compresi i più seri, anche se ci sono alcuni critici che dimostrano di essere allergici a questo tipo di humour senza pretese. Prodotto da Richard Grandpierre per Eskwad, Les Tuche 2 - Le rêve américain è stato coprodotto da TF1 Films Production, Jouror Productions, Prod Par 4 Ciné e Pathé (che ha lanciato il film in Francia in 603 copie e si occupa anche delle vendite internazionali) ed è stato pre-acquistato da Canal+, Ciné+ e TMC.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un altro lungometraggio francese si piazza al secondo posto della classifica settimanale, Chocolat [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Roschdy Zem (604 000 spettatori in sette giorni – distribuzione Gaumont in 525 copie). Si noti che il documentario Les Saisons [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del duo Jacques Perrin - Jacques Cluzaud ha totalizzato 520 000 ingressi in 12 giorni (Pathé Distribution in 497 copie).

Questi titoli cercano di conservare la loro velocità di crociera all’interno della programmazione, dove oggi c’è un numero smisurato di novità (18!), tra tipologie differenti e film di qualità, come Les innocentes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Anne Fontaine (apprezzato al festival di Sundance e che è appena stato acquistato dagli Stati Uniti da Music Box Films - Mars Distribution), il premiato a Cannes Le Trésor [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Corneliu Porumboiu
intervista: Corneliu Porumboiu
scheda film
]
del rumeno Corneliu Porumboiu (Le Pacte), Peur de rien [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Danielle Arbid (passato per il festival di Toronto e premiato a Les Arcs per l’interpretazione femminile - Ad Vitam Distribution), Peace to Us in Our Dreams del lituano Sharunas Bartas (Norte Distribution), A une heure incertaine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del portoghese Carlos Saboga (Alfama Films), Heidi [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
dello svizzero Alain Gsponer (StudioCanal) e ancora la coproduzione argentino-spagnola El clan [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Pablo Trapero (Diaphana Distribution).

A gennaio, le sale francesi hanno registrato 16,58 milioni di ingressi, dati leggermente in calo del -1,1% rispetto allo stesso mese nel 2015, secondo le stime del CNC. La quota di mercato dei film francesi è salita al 38,7 % contro il 53,1 % delle produzioni americane (soprattutto grazie a Star Wars, il risveglio della forza) e al 9,9 % dei lungometraggi di altre nazionalità. Più in generale, per quanto riguarda lo scorso anno, gli ingressi francesi sono stimati a 205,78 milioni.

(Tradotto dal francese)

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss