Brimstone (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Fiore (2016)
Nocturama (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2016 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Cinéma Defacto tesse la sua tela a Berlino

di 

- Due produzioni firmate Petr Václav e Ognjen Glavonić al Forum, e un progetto d’animazione adattato da Haruki Murakami al Co-Production Market

Cinéma Defacto tesse la sua tela a Berlino
We Are Never Alone di Petr Václav

Presenza regolare nei cartelloni dei grandi festival degli ultimi anni con le sue coproduzioni tra cui The Here After [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Magnus von Horn
scheda film
]
di Magnus von Horn, Zaneta (The Way Out [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Petr Václav
scheda film
]
) di Petr Václav, The Summer of Flying Fish [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
di Marcela Said, As We Were Dreaming [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andreas Dresen
scheda film
]
di Andreas Dresen, Layla Fourie [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
di Pia Marais, All Good Children [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Alicia Duffy e Adrienn Pál [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Agnes Kocsis, regista di P…
scheda film
]
di Ágnes Kocsis, la società parigina Cinéma Defacto guidata da Tom Dercourt (affiancato da Sophie Erbs) torna a distinguersi in occasione del 66° Festival di Berlino (dall’11 al 21 febbraio 2016).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cinéma Defacto conta due coproduzioni minoritarie che avranno la loro prima mondiale nella sezione Forum della Berlinale: We Are Never Alone [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Petr Vaclav
scheda film
]
del ceco Petr Václav (leggi l'articolo – che ha beneficiato di un aiuto in post-produzione della regione Ile-de-France ed è venduto all’estero da Wide Management) e il documentario Depth Two [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del serbo Ognjen Glavonić. "Adoriamo il cinema di Petr Václav e abbiamo voluto costruire un rapporto a lungo termine accompagnandolo in coproduzione nel suo progetto di trilogia cominciato con The Way Out, che ora prosegue con We Are Never Alone e terminerà con Skoran, attualmente in post-produzione, sostenuto dall’aiuto ai cinema del mondo del CNC, e che sarà pronto in primavera", sottolinea Tom Dercourt. "Per quanto riguarda Ognjen Glavonić, siamo anche partner del suo primo lungometraggio di finzione, The Load, che è in pre-produzione ed è ugualmente sostenuto dall’aiuto ai cinema del mondo del CNC".

A Berlino, Cinéma Defacto brilla anche al 13mo Co-Production Market (dal 14 al 16 febbraio 2016) dove è stato selezionato il progetto Blind Willow, Sleeping Woman cui sono collegati il regista Pierre Földes e come coproduttori gli ungheresi di Proton Cinema (alla guida, fra gli altri, di tutti i film di Kornél Mundruczó) e gli olandesi di Lemming Film. "Si tratta di un adattamento di sei racconti brevi del celebre romanziere giapponese Haruki Murakami, riuniti in un unico arco di tempo nel 2011 e centrati sull’impatto dello tsunami su tre personaggi", spiega Tom Dercourt. "Murakami è giustamente molto esigente, cede raramente i suoi diritti e non è affatto un fan del cinema d’animazione, ma ha amato l’adattamento di Pierre, che è riuscito a convincerlo, e ha dato il suo assenso. E’ un progetto molto eccitante se si conosce il realismo magico delle opere di Murakami. Ora cerchiamo un rivenditore internazionale, dei distributori e dei partner in "equity" negli Stati Uniti e in Giappone, due paesi dove Murakami è molto conosciuto. La lavorazione dovrebbe cominciare l’inverno prossimo e presenteremo un pilota a Cannes".

Tra gli altri progetti di Cinéma Defacto figurano due film le cui riprese partiranno a settembre prossimo: la sua produzione delegata La grande muraille (Love Wall) di Romain Cogitore (con Déborah François protagonista) e la sua coproduzione Après la guerre di Annarita Zambrano (un progetto guidato dalla società parigina Sensito Films e coprodotto dagli italiani di Movimento Film). Dovrebbe entrare presto in produzione anche Los Perros della cilenaMarcela Said, e Cinéma Defacto ha inoltre in sviluppo What Will People Say della norvegese Iram Haq (molto apprezzata per il suo primo lungometraggio, I Am Yours [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
) che sarà prodotto in delegato da Mer Film.

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring