Valley of Shadows (2017)
On Body and Soul (2017)
The Line di Peter Bebjak
God's Own Country (2017)
Absence of Closeness (2017)
Handia (2017)
I Am Not a Witch (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Danimarca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Von Trier: “Questo non è rock'n'roll, è un genocidio”

di 

- Il regista danese Lars von Trier ha annunciato che comincerà a girare quest’anno il suo nuovo film, The House That Jack Built

Von Trier: “Questo non è rock'n'roll, è un genocidio”
Il regista Lars von Trier

Il regista danese Lars von Trier, di cui si attendono nuovi progetti dopo i suoi Nymphomaniac: Volume 1 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Louise Vesth
scheda film
]
e Nymphomaniac: Volume 2 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, con Charlotte Gainsbourg e Stellan Skarsgård (2013), ha annunciato il 12 febbraio tramite un video sulla sua pagina Facebook che nel corso di quest’anno comincerà a girare un nuovo film, The House That Jack Built. Il suo breve messaggio si completava con una citazione del recentemente scomparso musicista e attore britannico David Bowie: “Questo non è rock’n’roll, è un genocidio”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Agli inizi del 2014, non era molto sicuro. “Non so se potrò fare altri film, e questo mi preoccupa”, disse nella sua prima intervista in tre anni, dopo il silenzio autoimpostosi a seguito della conferenza stampa di Melancholia [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Lars von Trier
scheda film
]
a Cannes, per la quale fu accusato di violare la legislazione francese contro l’apologia dei crimini di guerra.

Ma al Festival di Venezia, il suo socio di Zentropa, il produttore danese Peter Aalbæk Jensen, aveva dichiarato che von Trier stava scrivendo una serie tv in otto episodi chiamata The House That Jack Built, che era in sviluppo con la direttrice fiction della rete pubblica danese DRPiv Bernth, e stava cercando “una grande stella internazionale per interpretare il protagonista”.

“E’ su un serial killer, ed è visto dal punto di vista dell’assassino: ha bisogno di un grande cast, e da quanto ho sentito, sono sicuro che si tratti di qualcosa mai visto prima, e che non si vedrà più”, ha spiegato Aalbæk Jensen. 

L’anno scorso, The House That Jack Built doveva ancora essere una produzione per la televisione (leggi la news), ma ora si convertirà nel primo film di Von Trier dopo il premiato dittico Nymphomaniac. La sua collaboratrice abituale Louise Vesth lo produrrà per Zentropa Entertainments, insieme a Zentropa Sweden (Madeleine Ekman) e il centro cinematografico regionale svedese Film Väst.

(Tradotto dall'inglese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss