Brimstone (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Nocturama (2016)
Fiore (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Portogallo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Gelo aprirà il 36° Fantasporto

di 

- The Lesson di Ruth Platt, My Night Your Day di András Gyorgy Dési e Gábor Máray, e The Open di Marc Lahore sono tra i titoli europei dell'evento

Gelo aprirà il 36° Fantasporto
Ivana Baquero in Gelo

Il 36° Fantasporto – Porto International Film Festival prende il via ufficialmente il 26 febbraio con la prima mondiale della produzione portoghese Gelo di Luís e Gonçalo Galvão Teles. L'edizione di quest'anno ha in programma circa 200 titoli provenienti da 40 Paesi e avrà luogo fino al 6 marzo.

Prodotto da Fado Filmes e Potenza Producciones, con il sostegno di EurimagesGelo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ha per protagonista l'attrice spagnola 22enne Ivana Baquero (Il Labirinto Del Fauno [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), insieme a un cast portoghese che comprende Afonso Pimentel, Albano Jerónimo, Ivo Canelas, Inês Castel-Branco, Carlos Santos, João Jesus e Beatriz Leonardo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Volevamo fare un film insieme da un po'. Come succede nella trama del film, a volte non siamo noi a scegliere i film, ma i film che ci scelgono", ha detto il co-regista Gonçalo Galvão Teles. "Gelo è un film che va oltre la realtà e l'immaginazione. Si tuffa in un altro mondo in cui il tempo, la vita, l'amore e la morte controllano l'umanità. Era anche un sogno che avevo quello di dirigerlo con mio figlio", ha dichiarato il 75nne Luís Galvão Teles che, come produttore, ha un altro film - Cinzento e Negro [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Luís Filipe Rocha - che uscirà quest'anno.

Dei 67 Paesi che hanno presentato film, 40 hanno avuto la fortuna di essere selezionati, con particolare attenzione alle produzioni provenienti dal Sud America dove, secondo il direttore del festival Mário Dorminsky, "si possono trovare i nuovi nomi del cinema". Ma è presente anche il talento europeo nelle varie sezioni del festival, tra cui The Lesson di Ruth Platt (Regno Unito), My Night Your Day di András Gyorgy Dési e Gábor Máray (Ungheria), The Open di Marc Lahore (Francia/Belgio/Regno Unito), Blind Sun [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Joyce A Nashawati (Francia, Grecia) e The Unfolding di Eugene McGing (Regno Unito).

Oltre al film d'apertura, la produzione portoghese è rappresentata da una serie di cortometraggi diretti da scuole di cinema locali, aprendo così la porta a nuovi talenti.

Il Pre-Fantas - una sorta d'introduzione all'evento ufficiale - è già iniziato il 22 febbraio con la proiezione di Dust, il primo dei quattro film della retrospettiva dedicata alla produzione del regista macedone Milcho Manchevski. Toccherà sempre a Manchevski concludere il festival, con la proiezione del suo film del 1994 candidato all'Oscar Prima Della Pioggia.

Dopo il recente coinvolgimento in un caso finanziario che riguardava il suo consiglio d'amministrazione, la reputazione del Fantasporto è stata un po' scossa. Ciononostante, il festival resta un evento molto atteso sull'agenda festivaliera del Portogallo. Inoltre, il suo direttore, Dorminsky, è stato colpito da un ictus ed è stato portato in ospedale ieri, dove sembra essere in via di guarigione... ma lo spettacolo deve andare avanti. Gli organizzatori hanno anche fatto una dichiarazione in cui hanno espresso la speranza che lo storico fondatore dell'evento sia in grado di partecipare al festival prima della sua chiusura, il 6 marzo.

(Tradotto dall'inglese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring