American Honey (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
The Ornithologist (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
Toni Erdmann (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

MERCATO Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

56 progetti a Cartoon Movie

di 

- Il forum di coproduzione europeo comincia domani a Lione con più di 750 professionisti e 56 progetti in programma

56 progetti a Cartoon Movie

Robinson Crusoe [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Vincent Kesteloot aprirà la 18a edizione di Cartoon Movie che comincia domani a Lione, per una tre giorni con più di 750 professionisti dell’animazione (produttori, investitori e 240 compratori di cui 120 distributori e venditori internazionali) provenienti da 40 paesi. Nel programma di quest’anno figurano 56 progetti: 22 allo stato di concept, 21 in sviluppo, 10 in produzione e 3 film completati.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int


In termini di tendenze, questa edizione di Cartoon Movie registra un record con il 33% dei progetti selezionati destinati a un pubblico di adolescenti/adulti. Tra questi si distinguono tre progetti guidati dalla società parigina Les Films d'Ici: in concept The Siren di Sepideh Farsi che si immerge nel 1980 in piena guerra Iran-Iraq, e Heart of Darkness di Rogério Nunes che sarà un adattamento futurista e brasiliano dell’opera di Joseph Conrad, e in produzione Funan, The New People di Denis Do che è centrato su una donna che tenta di sopravvivere con suo figlio durante la rivoluzione dei khmer rossi.

Da segnalare inoltre due titoli ambientati nella guerra civile in Angola: Another Day of Life del duo Damien Nenow - Raul de La Fuente che racconta il viaggio del giornalista Ryszard Kapuscinski nel 1975 (un film in produzione guidato dai polacchi di Platige Image con l’Ungheria, la Germania, la Spagna e il Belgio) e Nayola di José Miguel Ribeiro e Jorge Antonio che fa il ritratto delle donne segnate dal conflitto (un progetto in sviluppo via Filmes da Praça).

Nella sezione "in concept" brillano progetti di cineasti già molto apprezzati come Canaan del belga Jan Bultheel (Tondo Films), A Skeleton Story dell’italiano Alessandro Rak (Mad Entertainment e Ellipsanime), The Fantastic Voyage of Marona della romena Anca Damian (Sacrebleu Productions e Aparte Films), Old Man Coyote dell’ungherese Aron Gauder (Cinemon Entertainement) e Ada & Alex del danese Esben Toft Jacobsen (Copenhagen Bombay).

Nella categoria dei titoli in concept dei quali i compratori sono particolarmente a caccia, si possono citare Une enfance de Martha Jane Canary (A Childhood of Martha Jane Canary) di Rémi Chayé (Maybe Movies), Little Jules Verne di Régis Vidal (Enormous Pictures, Caribara Production), Le sourire khmer (The Khmer Smile) di Fabrice Beau (Animalps Productions), Little Bastards dello spagnolo Manuel Sicilia (Rokyn Animation), il progetto olandese di thriller psicotico Mind My Gap di Rosto, il progetto ceco Biofilm di Marké Kubatova (Maur Film), il progetto polacco Privisa (Platige Films et Juice), The Sea Monster Who Couldn't Swim della norvegese Lise Osvoll (Maipo Film).

Nella categoria "in sviluppo" che suscita uguale interesse spiccano Tulipe del duo Alain Gagnol - Jean-Loup Felicioli (Folimage e Lunanime), la coproduzione olando-belga Hieronymus di Erik van Schaaik, The Prince of the City of Sand dell’italiano Enzo d’Alò (guidato dai lussemburghesi di Iris Productions), Moustique, cigale et cambriole di Cédric Babouche (Dandelooo), Samsam the Tiniest Superhero di Tanguy de Kermel (Folivari), The Faun di Augusto Zanovello (JPL Films, Unité Centrale e Aparte Films) e Second Génération di Xavier Picard e Véra Belmont (Stephan Films e PMMP).

Infine, tra i film già in produzione si distinguono Louise en hiver [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jean-François Laguionie (JPL Films, Unité Centrale), Cinderella the Cat degli italiani Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Alessandro Rak e Dario Sansone (Mad Entertainment), J’ai perdu mon corps di Jérémie Clapin (Xilam), Mutafukaz di Guillaume Renard (Ankama Animation), Richard the Stork del duo Reza Memari - Toby Genkel (Knudsen & Streuber) e la coproduzione olando-britannica Loving Vincent [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Dorota Kobiela e Hugh Welchman.

Tutti progetti che rappresentano il futuro dell’animazione europea in un panorama di grande qualità narrativa e artistica caratterizzato tuttavia da una concorrenza nelle sale sempre più forte e da incertezze in materia di finanziamenti, poiché le televisioni sono ancora riluttanti a impegnarsi francamente su progetti non rivolti a un pubblico familiare. 

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs