Glory (2016)
The Party (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
Out (2017)
L'altro volto della speranza (2017)
Quello che so di lei (2017)
Una vita (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Le commedie regnano nelle sale francesi

di 

- Da Pattaya ai Tuche 2, le sale danno ampio spazio alle commedie nazionali lanciate in particolare da Gaumont e Pathé

Le commedie regnano nelle sale francesi
Pattaya di Franck Gastambide

Con 4,08 milioni di entrate in quattro settimane, Les Tuche 2 - Le rêve américain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Olivier Baroux (distribuito da Pathé in 623 copie) dà il tono a un box-office d’inizio 2016 segnato dal grande appetito degli esercenti e degli spettatori francesi per le commedie nazionali. Una mania simboleggiata anche dall’avvio a 935 000 entrate in una settimana registrati da Pattaya [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di e con Franck Gastambide (Gaumont in 307 copie), che oltrepassa i confini dell’umorismo "politicamente corretto" tracciando le disavventure di un duo della banlieue che parte in vacanza in Thailandia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Oltre a questi due film non vanno troppo per il sottile e che dividono fortemente la critica, le commedie nazionali sono rappresentate al box-office anche dal "feel good movie" La Vache [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mohamed Hamidi (596 000 entrate in due settimane - Pathé in 278 copie), dall’energico e simpatico Joséphine s'arrondit [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di e con Marilou Berry (627 000 spettatori in due settimane - UGC Distribution) e da Amis publics [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Edouard Pluvieux (La Belle Company - 621 000 entrate in due settimane).

Contro questi titoli macina-risate nazionali e le produzioni americane più in vista (da Zootopie a Deadpool, passando per Revenant) che monopolizzano gran parte degli schermi, solo qualche lungometraggio riesce a farsi largo. Tra questi sono da citare Chocolat [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Roschdy Zem (1,68 milioni di entrate in quattro settimane - Gaumont), Les innocentes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Anne Fontaine (che ha superato domenica scorsa la soglia dei 400 000 spettatori in 19 giorni di programmazione - Mars Distribution), Heidi [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
dello svizzero Alain Gsponer (440 000 entrate in due settimane - StudioCanal) e, tra i documentari, Les Saisons [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del duo Jacques Perrin - Jacques Cluzaud (842 000 entrate in quattro settimane - Pathé Distribution) e l’inaffondabile Demain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cyril Dion e Mélanie Laurent (718 000 spettatori in 12 settimane - Mars Distribution), che si è da poco aggiudicato il César 2016 nella sua categoria. E giacché si parla di César, si segnala che il vincitore del trofeo del miglior film dell’anno, Fatima [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Philippe Faucon
scheda film
]
di Philippe Faucon, esce in 105 sale (Pyramide Distribution).

In questo contesto generalmente propizio alla risata, sarà interessante analizzare il debutto di Saint Amour [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del graffiante duo Benoît Delépine e Gustave Kervern, scoperto fuori concorso a Berlino e lanciato oggi da Le Pacte su 366 schermi, sullo sfondo dello scontro su twitter tra il distributore Jean Labadie e qualche rappresentante della critica accusato di demolire "gratuitamente" i film. 

(Tradotto dal francese)

Gijon_Home
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss