The Party (2017)
The Square (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
The Basics of Killing (2017)
Loving Vincent (2016)
Nico, 1988 (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Temi scottanti d'attualità e nuovi media al One World Festival

di 

- Il festival del cinema dei diritti umani accoglie i nuovi media nella sua imminente 18a edizione

Temi scottanti d'attualità e nuovi media al One World Festival
The Swedish Theory of Love di Erik Gandini

Il One World Festival, uno dei maggiori festival cinematografici sui diritti umani, si prepara alla sua 18a edizione il 7 marzo. Si concentrerà su due dei temi principali dello spazio geopolitico europeo di quest'anno: l'immigrazione e il conflitto in corso in Ucraina.

La sezione Looking for Home tenta di offrire diversi punti di vista sulla crisi dei migranti, tra gli altri, nel saggio autobiografico Fragility della regista svedese di origini iraniane Ahang Bashi, in cui affronta la questione dell'integrazione; The Long Distance di Daniel Andreas Sager, che narra di alcuni corridori keniani, lavoratori migranti che corrono per una vita migliore; e My Jihad di Mark de Visscher, che approfondisce il tema scottante della jihad e della radicalizzazione in Belgio. Nella sezione Restless Ukraine, il documentario enigmatico ed accattivante The Russian Woodpecker [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Chad Gracia elabora una teoria complottista che si estende da Chernobyl a Maidan, vista attraverso gli occhi di un giovane artista ucraino, che invita gli spettatori a esaminare ciò che sta accadendo in Ucraina e perché, ed è affiancato da film sull'annessione della Crimea (How We Became Military Volunteers di Larysa Artiugina e Oleksandra Chuprina, e Back Home di Inna Denisova) e del Maidan (Captives di Volodymyr Tykhyy).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'anno scorso, il festival ha proiettato 114 documentari provenienti da 59 Paesi; quest'anno, il numero di documentari è salito a 123, suddivisi in 12 sezioni tematiche, a cominciare dalla competizione principale, che mette in luce le questioni più urgenti e attuali nei documentari più recenti, come il saggio cinematografico di Erik Gandini The Swedish Theory of Love, incentrato su un esperimento sociologico condotto in Svezia, che propone l'indipendenza individuale al fine di raggiungere la felicità personale, ma che alla fine porta a risultati disastrosi. Il documentarista Sean McAllister segue una coppia siriana durante il loro matrimonio turbolento e la loro vita in Siria in A Syrian Love Story [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, mentre Andreas Maus sarà in competizione con la sua indagine visiva su un bomba di dodici anni fa, ricostruendo l'evento e rivelando gli errori della polizia in The Barber and the Bomb.

Altre sezioni offrono inoltre una serie di questioni di attualità, con alcune anticipazioni su cosa accadrà nel futuro prossimo, come nella sezione Among the Species, che ruota intorno all'intelligenza artificiale, alla vita extra-terrestre e agli animali. Nel frattempo, la nozione di normalità sarà messa alla prova in Who is Normal Here?, e gli organizzatori manterranno anche alcune delle sezioni introdotte nella precedente edizione, come The Power of the Media, So-called Civilisation (che esamina le questioni ambientali) e una presentazione delle più recenti produzioni nazionali.

La novità di quest'anno consiste nell'accogliere nuove forme, dato che il One World Festival si propone di seguire le tendenze e le evoluzioni attuali, come i documentari che fanno uso dei nuovi media, tra cui realtà virtuale (DMZ: Memories of No Man’s Land e Witness 360° 7/7), serie web interattive (Do Not Track), documentari interattivi (Lahore Landing) e videogiochi (il gioco d'esplorazione struggente che That Dragon, Cancer).

Il One World Festival si terrà dal 7 al 16 marzo a Praga, e i film selezionati arriveranno in 32 città in tutta la Repubblica Ceca, concludendo poi il loro viaggio alla decima edizione del One World in Brussels dal 18 al 27 aprile.

(Tradotto dall'inglese)

Jihlava
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss