Ava (2017)
120 battements par minute (2017)
Happy End (2017)
Jupiter's Moon (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
A Ciambra (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LUSSEMBURGO 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

50 Days in the Desert: personaggi, vi detesto!

di 

- Fabrizio Maltese firma un documentario girato mentre era impegnato come fotografo sul set di Les Chevaliers Blancs di Joachim Lafosse

50 Days in the Desert: personaggi, vi detesto!

Come può un regista girare un film di cui detesta tutti i protagonisti? E’ la domanda che si pone il documentario 50 Days in the Desert [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
che Fabrizio Maltese ha girato mentre era impegnato come fotografo sul set di Les Chevaliers Blancs [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
, diretto dal belga Joachim Lafosse in Marocco. Il documentario, proiettato nell’ambito del 6° Luxembourg City Film Festival, è del tutto atipico giacché si tratta di un film che Maltese ha girato su richiesta di Lafosse, il quale voleva che il suo processo di creazione venisse esaminato dall’esterno.  

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In una serie di interviste con il cineasta, alcuni tecnici e alcuni attori, le estenuanti riprese in pieno deserto vengono dissezionate nel corso delle settimane, mentre l’ego sovradimensionato dell’attore principale rischia di asfissiare il film e la troupe. In effetti, Vincent Lindon è la forza centrale del film (sul caso infame di L’Arche de Zoé), ma al contrario degli altri membri della squadra, ha rifiutato categoricamente di partecipare a un documentario sulla genesi del film di cui è interprete principale. Doppia sfida quindi per il fotografo/documentarista che deve documentare un film su un orco mentre l’orco è assente dal film sul film.

Scorgiamo Vincent Lindon in qualche fotografia sul set, ma non lo ritroviamo mai davanti alla camera di Fabrizio Maltese. Cosa che non impedisce agli altri partecipanti di evocare apertamente la sua presenza oppressiva. Quanto a Joachim Lafosse, i suoi dubbi, i suoi interrogativi e la sua aperta ostilità verso i suoi personaggi illustrano perfettamente la schizofrenia dell’ambizioso progetto Les Chevaliers blancs che, secondo la critica, si è rivelato un film senza il minimo punto di vista.

Prodotto dalla società lussemburghese Joli Rideau Media, 50 Days in the Desert è venduto nel mondo da Paul Thiltges Distributions.

(Tradotto dal francese)

Leggi anche

Cannes NEXT
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Italian Pavilion Cannes