A Ciambra (2017)
Happy End (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
120 battements par minute (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
Jupiter's Moon (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Anticipo sugli incassi del CNC per Ava di Léa Mysius

di 

- Il CNC sosterrà anche i primi lungometraggi di Elsa Diringer, Samuel Jouy, Fabien Gorgeart e Luca Bernard

Anticipo sugli incassi del CNC per Ava di Léa Mysius
La regista Léa Mysius

Cinque progetti di opere prime sono stati selezionati nell’ambito della prima sessione 2016 del primo collegio dell’anticipo sugli incassi del CNC. Tra questi si distingue Ava [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Léa Mysius
scheda film
]
di Léa Mysius. Passata per il dipartimento sceneggiatura della Fémis, la regista si è fatta notare con i suoi cortometraggi Cadavre exquis, Les Oiseaux-tonnerre e L'île jaune, proiettati tutti e tre in competizione nazionale a Clermont-Ferrand nel 2013 (premio della miglior opera prima di finzione), 2015 e 2016 (premio della miglior fotografia per il co-regista Paul Guilhaume). Da notare che Les Oiseaux-tonnerre figurava nella selezione della Cinéfondation al Festival di Cannes 2014. Scritta da Léa Mysius e Paul Guilhaume, la sceneggiatura (che ha vinto il premio Sopadin Junior nel 2014) è centrata su Ava che, in vacanza in riva all’oceano con sua madre, viene a sapere che perderà la vista prima del previsto. E’ una ragazza solitaria e cocciuta che non si butta giù facilmente, è selvaggia e magnetica. Decide così di affrontare il problema a modo suo, determinata a vivere la sua estate intensamente... Prodotto da Trois Brigands Productions (Fanny Yvonnet) e F Comme Film (Jean-Louis Livi), le riprese di Ava dovrebbero cominciare l’estate prossima.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un anticipo sugli incassi è stato attribuito anche a Luna di Elsa Diringer, che ha quattro cortometraggi al suo attivo tra cui C'est à Dieu qu'il faut le dire. Prodotto da Muriel Meynard per Ex Nihilo, il suo progetto di opera prima sarà ambientato in estate, a Montpellier e avrà come personaggio principale Luna, 16 anni, che ha appena ottenuto il suo certificato di abilitazione all’orticoltura. Passa il suo tempo ad annoiarsi con Ruben e la sua banda fino al giorno in cui non osa distaccarsene grazie all’incontro con Zac, un ragazzo solitario, graffitaro e trombettista. 

Il CNC sosterrà inoltre Sparring, il primo lungometraggio dell’attore Samuel Jouy (apprezzato di recente in Un Français [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Prodotto da Bruno Nahon per Unité de Production, il film dovrebbe poter contare su Mathieu Kassovitz come protagonista.

Un anticipo andrà anche a Diana a les épaules di Fabien Gorgeart, che ha firmato cinque corti tra cui Le Sens de l’orientation (premio speciale della giuria a Clermont-Ferrand nel 2012) e Un Chien de ma chienne (Semaine de la Critique cannense nel 2013). Prodotto da Jean des Forêts per Petit Film, il progetto seguirà Diane che, mentre ha in grembo il futuro figlio dei suoi amici Jacques e Thomas, si invaghisce di Fabrizio, l’artigiano che le ristruttura casa. Ma questo diventa sempre più possessivo, e si vedrebbe bene nei panni di padre…

Infine, il CNC sosterrà Une histoire de l'art di Luca Bernard, un progetto prodotto da Florian Môle per Les Grands Espaces Films e già premiato a Emergence l'anno scorso. Il personaggio principale, il commissario Beffrois, aspetta la pensione con ansia quando il furto di un quadro attira la sua attenzione. E’ l’eleganza dell’atto? L’audacia del crimine? La bellezza dell’opera rubata? Beffrois indagherà come assaporando un’ultima caramella, scoprendo poco per volta un ladro atipico, sfuggente come l’aria, acrobata all’occorrenza. 

(Tradotto dal francese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Filmitalia Cannes 2017