Glory (2016)
Park (2016)
Waves (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Personal Shopper (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

"Fate il vostro gioco": chi ci sarà sulla Croisette?

di 

- A due settimane dall'annuncio della selezione ufficiale cannense, il tam-tam dei pronostici risuona sempre più forte a Parigi

"Fate il vostro gioco": chi ci sarà sulla Croisette?
Julieta di Pedro Almodóvar

Chi è dentro, chi è fuori? Quali film si contenderanno la Palma d’Oro del 69mo Festival di Cannes (dall’11 al 22 maggio 2016) che sarà assegnata dalla giuria presieduta da George Miller (news), per un’edizione attesissima tanto la lista dei candidati potenziali affonda le radici nel meglio del cinema mondiale odierno? Mentre nel segreto – ben custodito – dei suoi uffici parigini di rue Amélie, il delegato generale Thierry Frémaux dà gli ultimi ritocchi a una selezione che pare sia già in fase molto avanzata e che sarà svelata giovedì 14 aprile, il pianeta cinefilo si dà con frenesia al grande gioco dei pronostici alimentato da un flusso impetuoso di informazioni verosimili e dal censimento metodico, da qualche mese a questa parte, dei titoli che potrebbero essere pronti in tempo per approdare sulla Croisette (leggi l'articolo del 18 febbraio).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Essendo il grande ritorno degli americani già trapelato dai media (Il gigante gentile di Steven Spielberg e Money Monster di Jodie Foster fuori concorso, The Nice Guys [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Shane Black probabilmente in proiezione di mezzanotte) o annunciato ufficialmente (Café Society di Woody Allen in apertura - news), le speculazioni "divinatorie" volgono ora alla competizione ufficiale dove gli Stati Uniti dovrebbero contare almeno su Loving [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jeff Nichols e The Last Face di Sean Penn. Come al banco delle scommesse prima dei grandi match, proviamo a designare i titoli probabili e possibili.

Tra i pretendenti più solidi figurano vecchi vincitori con La Fille inconnue [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Jean-Pierre e Luc Dardenne
scheda film
]
dei belgi Luc e Jean-Pierre DardenneFamily Photos [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristian Mungiu
scheda film
]
del rumeno Cristian Mungiu. Sarebbero ai blocchi di partenza anche Julieta [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Pedro Almodóvar
scheda film
]
dello spagnolo Pedro Almodovar, Fai bei sogni [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Marco Bellocchio
scheda film
]
dell’italiano Marco Bellocchio, Elle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’olandese Paul Verhoeven, American Honey [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrea Arnold
scheda film
]
dell’inglese Andrea Arnold, Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
 del francese Olivier Assayas, Nocturama [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bertrand Bonello
scheda film
]
del suo connazionale Bertrand Bonello, Juste la fin du monde [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del canadese Xavier Dolan, il nuovo film ancora senza titolo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’iraniano Asghar Farhadi e The Handmaid del coreano Park Chan-wook, senza dimenticare forse un secondo film rumeno (una doppia presenza nazionale che alcuni "esperti" in Palma d'Oro giudicano tuttavia improbabile, nonostante un rumor molto insistente in questo senso) con Sierra-Nevada [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristi Puiu
scheda film
]
di Cristi Puiu.

Nella nutrita schiera dei possibili emergono The Neon Demon [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Nicolas Winding Refn
scheda film
]
del danese Nicolas Winding Refn (che i rumors annunciano alternativamente in e fuori concorso, uno schema pre-selezione che si era già prodotto per Only God Forgives [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Nicolas Winding Refn
scheda film
]
), I, Daniel Blake [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’inglese Ken Loach, The Untamed [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del messicano Amat Escalante (se arriva in tempo), Pablo Neruda [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del cileno Pablo Larrain, Apprentice [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 del singaporiano Boo Junfeng, The Woman in the Silver Plate [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del giapponese Kiyoshi Kurosawa e un film del sempre inafferrabile americano Terrence Malick (il titolo di finzione Weightless o il documentario Voyage of Time [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
). E sul fronte francese, Rester vertical [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Alain Guiraudie
scheda film
]
di Alain Guiraudie tirerebbe la corda a una regista che potrebbe essere Rebecca Zlotowski con Planetarium [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rebecca Zlotowski
scheda film
]
 o a un outsider come Katel Quillévéré con Réparer les vivants [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Katell Quillévéré
scheda film
]
, con profezie che vedrebbero Ma loute [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Bruno Dumont
scheda film
]
di Bruno Dumont aprire la Quinzaine des réalisateurs. 

In agguato ci sono poi Paterson [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’americano Jim Jarmusch, La La Land del suo giovane connazionale Damien Chazelle, After the Storm del giapponese Hirokazu Kore-Eda, Al-Maa Wal Khodra Wal Wagh Al-Hassan dell’egiziano Yousry NasrallahAsia Sanmenkyô del filippino Brillante Mendoza, l'enigmatico On the Milky Road [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del serbo Emir Kusturica e Oppenheimer Strategies dell’israeliano Joseph Cedar. Si parla anche di un film passato inosservato nei radar internazionali e che sarebbe diretto dall’iraniana Samira Makhmalbaf... Si segnalano inoltre, tra i nomi che premono alle porte della selezione ufficiale, Snowden [+leggi anche:
trailer
intervista: Oliver Stone
scheda film
]
dell’americano Oliver Stone che potrebbe essere proiettato fuori concorso e il film d’animazione The Red Turtle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’olandese Michael Dudok de Wit che avrebbe ottime chance di raggiungere la Croisette (con un altro rappresentante del genere in lizza: Ma vie de courgette [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Claude Barras
scheda film
]
dello svizzero Claude Barras). Da citare poi Toni Erdmann [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Maren Ade
scheda film
]
della tedesca Maren Ade, Free Fire [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 dell’inglese Ben Wheatley, The Wailing del coreano Na Hong-jin, Las mimosas [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Oliver Laxe
scheda film
]
dello spagnolo Oliver Laxe e ancora Berlin Syndrome dell’australiana Cate Shortland.

Fra i tanti altri titoli possibili, L'économie du couple [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
del belga Joachim Lafosse, La pazza gioia [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Paolo Virzì
scheda film
]
dell’italiano Paolo Virzì,Two Lovers and a Bear del canadese Kim NguyenL'effet aquatique [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della compianta Solveig Anspach avrebbero un biglietto per la Quinzaine des réalisateurs; anche Victoria [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Justine Triet
scheda film
]
della francese Justine Triet potrebbe trovare un buon posto sulla Croisette. E sul fronte del giovane cinema francese tornano piuttosto regolarmente fra i rumors L’ami (François d’Assise et ses frères) [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Renaud Fély e Arnaud Louvet, Mon nom à Pigalle di Hamé e Ekoué, La prunelle de mes yeux di Axelle Roppert, M di Sara Forestier e Voir du pays [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Delphine e Muriel Coulin
scheda film
]
di Delphine e Muriel Coulin. Staremo a vedere...

(Tradotto dal francese)

Seneca's Day Lithuania
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Home Sweet Home