Beauty and the Dogs (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Repubblica Ceca/Slovacchia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Tereza Nvotová affronta la delicata questione dello stupro in Filthy

di 

- Continuano le riprese dell'opera prima della regista slovacca Tereza Nvotová, incentrata sulla delicata questione dello stupro

Tereza Nvotová affronta la delicata questione dello stupro in Filthy
Filthy di Tereza Nvotová

La regista slovacca in erba Tereza Nvotová è nel bel mezzo delle riprese del suo progetto finale dell'Accademia delle Arti dello Spettacolo di Praga (FAMU), Filthy, che sarà anche il suo primo lungometraggio. Per questo progetto, ha scelto di affrontare il tema delicato della violenza sessuale e delle sue ripercussioni, sulla base di una sceneggiatura scritta da Barbora Námerová. La diciassettenne protagonista del film, Lena, vittima di stupro ferita e colma di vergogna, mantiene il suo silenzio su quello che le è successo, arrivando persino a tentare il suicidio, per poi essere ricoverata in una clinica psichiatrica. A febbraio, la troupe del film ha iniziato a lavorare alla seconda fase del processo di produzione, dopo aver girato per un totale di 29 giorni, con altri 12 in programma a settembre, ha confermato Peter Badač, co-produttore slovacco per BFILM. Le riprese stanno avendo luogo in Slovacchia, e la post-produzione dovrebbe durare fino a dicembre, con un'uscita nelle sale prevista per la primavera del prossimo anno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Alla domanda sul perché il film lo aveva interessato, Badač ha risposto, "Nonostante la serietà del tema, il progetto mi ha davvero parlato con la leggerezza con cui la sceneggiatura è stata scritta e il realismo delle azioni dei personaggi. Gli autori hanno condotto approfondite ricerche durante lo sviluppo, visitando reparti psichiatrici e vittime di crimini sessuali e le loro famiglie. Non si concentrano esclusivamente sull'atto dello stupro in sé, ma guardano agli altri aspetti della vita delle ragazze - il loro primo amore, la prima esperienza sessuale, la vita notturna e il rapporto con i genitori. Il linguaggio svolge inoltre un ruolo importante; il modo in cui i personaggi parlano, che ci piaccia o no, è una vera rappresentazione di come i giovani comunicano tra loro oggi." Oltre a far parte degli studi della regista alla FAMU, il progetto è stato inoltre sviluppato in parte anche al workshop di sceneggiatura MIDPOINT con lo sceneggiatore americano e professore della Columbia University Brandon Ward. "Per avere un punto di vista esterno sul progetto da parte di un consulente indipendente, ci siamo avvalsi della drammaturga tedesca Susanne Biesinger, che si è consultata con noi durante tutto il progetto," ha aggiunto Badač. I registi intendono presentare il progetto ai forum di Karlovy Vary e Salonicco prima dell'anteprima mondiale ad un festival nella primavera 2017.

Filthy è prodotto da Miloš Lochman, della società ceca Moloko Film, e co-prodotto da Badač per la società di produzione slovacca BFILM, in collaborazione con la stessa FAMU. Il progetto ha ricevuto il sostegno dello Slovak Audiovisual Fund e del Czech State Cinematography Fund, mentre le trattative sono in corso per garantire il sostegno delle emittenti televisive.

(Tradotto dall'inglese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss