Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Lady Macbeth (2016)
Grave (2016)
The Fixer (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il cinema del reale torna nell’oasi di Play-Doc

di 

- Il programma del festival internazionale di documentari della città galiziana di Tui si muove tra il documentario più audace e le retrospettive più sorprendenti

Il cinema del reale torna nell’oasi di Play-Doc
No Cow on the Ice di Eloy Domínguez Serén

Con un anno in più (e sono già dodici), il Play-Doc Festival Internazionale di Documentari torna nella città galiziana di Tui per mostrare la produzione non di finzione più audace e rilevante del panorama mondiale. Il particolare evento (13-17 aprile) metterà in luce produzioni provenienti da Europa (Spagna, soprattutto) e America, sia recenti che del passato, per dare forma a “l’edizione più diversa e ambiziosa” della sua storia, come afferma la sua direttrice artistica Sara García.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La competizione internazionale ha selezionato cinque titoli, presentati e acclamati nei grandi festival internazionali. L’ipnotica produzione franco-spagnola Dead Slow Ahead [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mauro Herce
scheda film
]
di Mauro Herce, premiata a Locarno, il ritratto dell’artista russo Oleg Nikolaevich Karavaichuk di Andrés Duque in Oleg y las raras artes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, film spagnolo presentato a Rotterdam, e No Cow on the Ice [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, produzione svedese-spagnola di Eloy Domínguez Serén svelata a Visions du Réel, se la vedranno con lo statunitense God Bless The Child di Robert Machoian e Rodrigo Ojeda-Beck, e il messicano-canadese Tales of Those Who Dreamt di Nicolás Pereda e Andrea Bussmann.

La sezione del cinema galiziano presenta invece lungometraggi di Fon Cortizo, Andrea Vázquez, César Souto e Luis Avilés, e cortometraggi di Xacio Baño, David Varela, Alberto Lobelle, Iván Castiñeiras, Samuel M. Delgado e Helena Girón, e Keina Espiñeira. Inoltre, la sezione Resonancias, programmata dai critici, include proiezioni di film come il georgiano When The Earth Seems To Be Light di Tamuna Karumidze, Salome Machaidze e David Meskhi, premiato a Tiflis.

Molto importante anche le sezioni parallele e le retrospettive tematiche. Il cineasta afroamericano Charles Burnett (sul quale lo stesso festival pubblicherà un libro), il documentarista suo connazionale Les Blank (A Poem Is A Naked Person) e il cinema sperimentale yugoslavo avranno il loro spazio nel programma, che includerà anche un seminario del cineasta Paulino Viota.

Per tutte le informazioni sul festival, clicca qui.

(Tradotto dallo spagnolo)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250