Glory (2016)
Park (2016)
Waves (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Personal Shopper (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Germania/Europa dell’Est

email print share on facebook share on twitter share on google+

goEast 2016 prende il via

di 

- Wiesbaden è pronta ad accogliere la 16ma edizione di questo grande appuntamento tedesco con il cinema est e centro-europeo

goEast 2016 prende il via
Death in Sarajevo di Danis Tanovic

Il trailer dell’evento lo sottolinea molto bene: è con grande energia che goEast, il grande festival tedesco del cinema est e centro-europeo, si appresta ad aprire la sua 16ma edizione, che animerà dal 20 al 26 aprile non solo Wiesbaden, ma anche Francoforte. Come sempre, le parole d’ordine di questo importante appuntamento, che accoglie ogni anno 400 professionisti e 11 000 spettatori, sono scambio e freschezza: dialogo e gioventù sono messi al centro sia della selezione che della finestra industry e delle attività pedagogiche offerte da goEast.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

L’apertura della competizione internazionale sarà affidata al premiato a Berlino Death in Sarajevo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Danis Tanovic
scheda film
]
, un’intensa riflessione sull’Europa da parte dell’ottimo Danis Tanovic. Tra i 16 lungometraggi che si disputeranno i premi in palio (10 di finzione e 6 documentari), alcuni sono impregnati del passato comunista dell’Europa dell’Est, come Dawn [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Laila Pakalnina (Lettonia/Polonia/Estonia), The Waiting Room [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Igor Drljaca (Canada/Bosnia-Herzegovina) e Eva Nova [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marko Škop
scheda film
]
di Marko Skop (Slovacchia/Repubblica Ceca). Altri hanno aspetti sanguinari, come The Lure [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Agnieszka Smoczyńska
scheda film
]
di Agnieszka Smoczynska (Polonia), in cui sirene mangiatrici di uomini si danno da fare nei locali notturni della Varsavia degli anni 1980, così come The Red Spider [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marcin Koszalka
scheda film
]
(Polonia/Repubblica Ceca/Slovacchia), opera prima in cui Marcin Koszalka evoca un serial killer nella Cracovia negli anni 1960. I film ucraini Song of Songs [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Eva Neymann e Ukrainian Sheriffs [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roman Bondarchuk, raccontano rispettivamente un amore maledetto e il mestiere difficile di due poliziotti. Orizont [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marian Crisan
scheda film
]
, il nuovo film del rumeno Marian Crisan, confronta la speranza di una vita migliore all’impotenza dinanzi alla corruzione. Il buio è ancora più dominante in We Are Never Alone [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Petr Vaclav
scheda film
]
del ceco Petr Vaclav, mentre lo slovacco Palo Korec mischia documentario e finzione per raccontare in Waiting Room ritratti di viaggiatori anonimi.

La sezione Ritratti è consacrata quest’anno al cinema giocoso e vivace del polacco Juliusz Machulski. Nella sezione "Oltre l’appartenenza", il pubblico potrà vedere Aferim! [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Radu Jude
scheda film
]
di Radu Jude, Depth Two [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del serbo Ognjen Glavonić, il film croato Postcards di Ana Hušman, ma anche film meno recenti, in particolare yugoslavi. Si segnala inoltre il programma Symposium, che aggiunge alle proiezioni delle conferenze sul tema del film criminale.

Oltre alle proiezioni, goEast propone un ricco ventaglio di attività industry e di formazione. "Young Filmmakers for Peace" riunirà 14 giovani registi delle aree di conflitto (presente o recente) per esplorare la situazione del cinema in tempo di guerra e le sue possibilità come strumento di pace attraverso laboratori, proiezioni e conferenze. L’"East-West Talent Lab" permetterà invece a 30 produttori e registi di saperne di più sullo sviluppo dei progetti, le domande di finanziamento e la ricerca di un canale tv partner, assicurando al contempo la promozione dei loro progetti e facendo network. 

(Tradotto dal francese)

Seneca's Day Lithuania
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Home Sweet Home