Una vita (2016)
Out (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Glory (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2016 Slovacchia/Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Film e progetti cechi e slovacchi in arrivo sulla Croisette

di 

- Alcune co-produzioni minoritarie ceche sono presenti nella line-up di Cannes, mentre diversi progetti slovacchi sono stati inclusi nel programma industry dell'evento

Film e progetti cechi e slovacchi in arrivo sulla Croisette
The Dancer di Stéphanie di Giusto

La Repubblica Ceca sarà rappresentata sia nella competizione principale che nella sezione Un Certain Regard al prossimo Cannes Film Festival da due co-produzioni minoritarie con la Francia, entrambe realizzate dal produttore ceco di origine francese Artemio Benki, della società di produzione Sirena Film. Il titolo nella competizione principale è Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
, l'ultima fatica di Olivier Assayas, che ancora una volta collabora con l'attrice statunitense Kristen Stewart in un film descritto come "una storia di fantasmi nel mondo della moda della Parigi odierna". "Abbiamo dimostrato di essere un buon co-produttore nel film Marguerite [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
, il cui produttore francese ha anche prodotto due dei film precedenti di Assayas. Quindi è necessaria una buona reputazione, ma anche dei buoni contatti... Oltre alle location eccellenti, gli incentivi e il supporto per le co-produzioni minoritarie da parte dello State Cinematography Fund ci hanno anche aiutato," dice Benki in merito al progetto. Nel frattempo, l'opera prima di Stéphanie di Giusto, The Dancer [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che sarà proiettato nella sezione Un Certain Regard, si incentra su Loïe Fuller, ballerina della sala musicale parigina Folies Bergère agli inizi del 20° secolo, che ha ispirato anche Toulouse-Lautrec e i fratelli Lumière.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cannes Classics presenterà la versione in 4K recentemente restaurata di Ikarie XB 1 (noto anche come Voyage to the End of the Universe), famoso film di fantascienza del 1963 di Jindřich Polák, tratto dal romanzo di Stanislaw Lem La Nube di Magellano. "Siamo stati catturati dalla forza di quest'insolito viaggio nell'universo - una crociata della nostra mente e dei nostri sensi... La qualità del lavoro di restauro è alta, impreziosita dal rispetto per gli aspetti storicamente importanti del mezzo cinematografico," ha commentato Gérald Duchaussoy, coordinatore di Cannes Classics. Il dramma in costume franco-americano Valmont del regista ceco Miloš Forman è stato selezionato anch'esso nella line-up, sebbene rappresenti la Francia.

Oltre al programma del festival, alcuni film della Repubblica Ceca saranno presentati come proiezioni di mercato al Film Market. Tra questi la parabola straziante ma cupamente comica di Petr Václav We Are Never Alone [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Petr Vaclav
scheda film
]
, interpretata da Karel Roden; il primo lungometraggio Laputa [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del regista emergente Jakub Šmíd, sulle nuove generazioni e la loro lotta per raggiungere l'età adulta; il film d'animazione Pat & Mat [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marek Beneš; il film per famiglie in 3D Aldabra di Steve L Lichtag, che narra di alcuni animali con stile documentaristico; e il film danese Satisfaction 1720 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Henrik Ruben Genz, per il quale la Repubblica Ceca è stata co-produttore minoritario.

I progetti slovacchi si trovano nel programma di settore del Film Market. Al Producers Network, i produttori slovacchi presenteranno alla piattaforma di networking alcune opere in via di sviluppo, come Power, thriller politico-psicologico diretto da Mátyás Prikler e scritto da Marek Leščák, co-produzione slovacco-ceco-ungherese sulla "macchina segreta della politica"; il racconto di formazione Summer with Bernard di Martina Saková, presentato all'inizio di quest'anno al Febiofest (vedi report); Stand Up di Juraj Bohuš, road movie che ruota intorno a tre generazioni; il documentario Singing House, che analizza un caso tristemente noto di "terrorismo sociale" perpetrato entro i limiti di legge; il prossimo progetto di Peter Bebjak, il thriller poliziesco The Line, attualmente in pre-produzione; e il tanto atteso secondo film di Iveta Grófová, She Is a Harbour, attualmente in fase di post-produzione. Doc Corner ospiterà inoltre diversi titoli slovacchi, come Difficult Choice, documentario dell'acclamata regista Zuzana Piussi sulle strategie di marketing tipicamente impiegate prima delle elezioni; la docu-fiction Waiting Room di Palo Korec, che narra di varie donne e dei loro destini; e Okhwan’s Mission Impossible (vedi news), tra gli altri.

(Tradotto dall'inglese)

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss