La ragazza senza nome (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Waves (2016)
Il più grande sogno (2016)
American Honey (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2016 Mercato/Ungheria

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il cinema ungherese prepara il futuro al Marché du Film

di 

- Un’ondata di lungometraggi magiari in post-produzione si abbatte sulla Croisette. In arrivo anche i nuovi progetti di Kornél Mundruczo e Janos Szasz

Il cinema ungherese prepara il futuro al Marché du Film
Kills on Wheels di Attila Till

Sprovvisto quest’anno di film contemporanei nelle diverse selezioni del Festival di Cannes (69edizione dall’11 al 22 maggio 2016), il cinema ungherese sarà tuttavia rappresentato sulla Croisette dal regista László Nemes che fa parte della giuria della competizione ufficiale, dalla versione restaurata di Love di Károly Makk nel programma di Cannes Classics, e da due cortometraggi: The Noise of Licking (A nyalintás nesze) di Nadja Andrasev (Moholy-Nagy University of Art and Design) tra i 18 film di scuola della selezione della Cinéfondation, e il titolo d’animazione Superbia di Luca Tóth in competizione alla Semaine de la Critique.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Al Marché du Film ci saranno progetti interessanti, in particolare con l’avvio delle prevendite di Superfluous Man - Story of a Refugee di Kornél Mundruczo (in competizione a Cannes nel 2008 e 2010, al Certain Regard nel 2005 e 2014), le cui riprese stanno per cominciare. Una produzione firmata Proton Cinema con i tedeschi di The Match Factory Productions in coproduzione (e nelle vendite internazionali) e il sostegno di Eurimages. Il regista di White God [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Kornél Mundruczó
scheda film
]
si dedicherà nel 2017 a un film americano, Deeper, interpretato da Bradley Cooper.

Un altro progetto di un affermato regista ungherese sarà presente al mercato: Cross My Wind di Janos Szasz (Il grande quaderno [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Janos Szász
festival scope
scheda film
]
, e che ha girato da poco Bridge of Sighs - leggi l'articolo) che entrerà in lavorazione l’inverno prossimo con interpreti Sally Hawkins e Jack Lowden, per il racconto dell’intensa relazione erotica tra un giovane soldato rimasto accecato e una donna sposata che si occupa di lui. Ma il tempo passa, il giovane uomo comincia a riacquistare la vista e la donna non è colei che lui pensa… Prodotto dagli olandesi di Cinatura e i britannici di Hopscotch Films, il film sarà venduto dalla nuova struttura londinese Film Constellation.

Il cinema ungherese sarà anche rappresentato al Marché du Film dalla divisione vendite dell’Hungarian National Film Fund con in line-up Kills on Wheels [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Attila Till (articolo), Loop di Isti Madarasz (articolo), Home Guards di Krisztina Goda e Weekend di Aron Matyassy (articolo). E un buon numero di film in post-produzione è atteso con Aurora Borealis - Northern Lights di Márta Mészáros (articolo), 1945 di Ferenc Török (articolo), The Citizen [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
 di Roland Vranik (articolo), Brazils del duo Csaba M. Kiss - Gábor Rohonyi (articolo), Coyote di Márk Kostyál (articolo), On Body and Soul di Ildikó Enyedi (articolo), The Invincible di Gábor Herendi, The Perfect Killer di József Pacskovszky (articolo), Just Drop Dead di Zoltán Kamondi, Troupers di Pál Sándor, Strangled [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
 di Arpád Sopsits e Well [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Attila Gigor (articolo).

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs