Nocturama (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2016 Palmarès

email print share on facebook share on twitter share on google+

La Palma d'Oro a I, Daniel Blake

di 

- CANNES 2016: L'inglese Ken Loach entra nella schiera dei doppi vincitori. Nel palmarès, anche Assayas, Mungiu, Arnold, Dolan e Farhadi

La Palma d'Oro a I, Daniel Blake
Ken Loach con la sua Palma d'Oro (© Festival de Cannes)

L'inglese Ken Loach (79 anni) è entrato questa sera nella leggenda del Festival di Cannes aggiudicandosi la seconda Palma d'Oro della sua carriera con il commovente e incisivo I, Daniel Blake [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. Già vincitore nel 2006 con Il vento che accarezza l’erba [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ken Loach
intervista: Rebecca O’Brien
scheda film
]
, il cineasta diventa l’ottavo cineasta ad aver ricevuto due Palme d’Oro conFrancis Ford Coppola, Michael Haneke, Shohei Imamura, Bille August, Emir Kusturica e i fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il cinema europeo ha avuto il suo posto d’onore nel palmarès della 69a edizione anche con il premio della regia attribuito ex æquo a Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
del francese Olivier Assayas e a Graduation [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristian Mungiu
scheda film
]
del rumeno Cristian Mungiu, e il Premio della Giuria (il terzo della sua carriera sulla Croisette) ottenuto dall’inglese Andrea Arnold con il vibrante American Honey [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrea Arnold
scheda film
]
.

Al termine di una competizione di alto livello quest’anno secondo l’opinione generale, la giuria presieduta dal cineasta australiano George Miller ha assegnato il Grand Prix a uno dei film che ha più diviso la critica, Juste la fin du monde [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del canadese Xavier Dolan, e ha ignorato il grande favorito dalla stampa: Toni Erdmann [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Maren Ade
scheda film
]
della tedesca Maren Ade.

Anche l'Asia è celebrata nel palmarès con il premio all’interpretazione femminile ottenuto da Jaclyn Jose per Ma' Rosa del filippino Brillante Mendoza e con i due riconoscimenti ricevuti dal sottile The Salesman [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’iraniano Asghar Farhadi: premio all’interpretazione maschile per Shahab Hosseni e premio della sceneggiatura per il regista. 

Infine, il futuro promette bene per la settima arte del Vecchio Continente giacché la Caméra d'Or è stata attribuita all’abbagliante Divines [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Houda Benyamina
scheda film
]
della francese Houda Benyamina (presentato alla Quinzaine des Réalisateurs) e la Palma d'Oro del cortometraggio a Timecode dello spagnolo Juanjo Giménez.

Il palmarès:

Palma d'Oro
I, Daniel Blake [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Ken Loach

Grand Prix
Juste la fin du monde [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Xavier Dolan

Premio della regia
Cristian Mungiu - Graduation [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristian Mungiu
scheda film
]
, Olivier Assayas - Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]

Premio dell'interpretazione femminile
Jaclyn Jose - Ma' Rosa

Premio dell'interpretazione maschile
Shahab Hosseini - The Salesman [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]

Premio della miglior sceneggiatura
Asghar Farhadi - The Salesman

Premio della giuria
American Honey [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Andrea Arnold
scheda film
]
- Andrea Arnold

Caméra d'Or
Divines [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Houda Benyamina
scheda film
]
- Houda Benyamina

Palma d'Oro del cortometraggio
Timecode - Juanjo Giménez
Menzione speciale
A moça que dançou com o diabo - João Paulo Miranda Maria

(Tradotto dall'inglese)

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home