Ava (2017)
120 battements par minute (2017)
Happy End (2017)
Jupiter's Moon (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
A Ciambra (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

EDIMBURGO 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

The Carer: un eccezionale Brian Cox nel ruolo della sua vita

di 

- L'attore scozzese è eccezionalmente brillante nel ruolo dolceamaro di un attore shakespeariano malato e in pensione

The Carer: un eccezionale Brian Cox nel ruolo della sua vita

Dopo la sua anteprima mondiale al Palm Springs Film Festival, The Carer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
arriva finalmente in Europa come parte della sezione Best of British del 70° Edinburgh International Film Festival. Quasi sette anni dopo il successo internazionale Prima Primavera [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il regista ungherese János Edelényi e il direttore della fotografia Tibor Máthé collaborano dietro la macchina da presa ancora una volta per dare vita a una sceneggiatura esilarante caratterizzata da dialoghi arguti e da un ruolo su misura per l'attore scozzese vincitore di un Emmy Award Brian Cox.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Lo scomparso sceneggiatore Gilbert Adair (The Dreamers [+leggi anche:
trailer
intervista: Bernardo Bertolucci
scheda film
]
) ha contribuito alla stesura della storia di Sir Michael Gifford (Brian Cox), attore shakespeariano in pensione affetto da una forma degenerativa di Parkinson che lo ha costretto a ritirarsi nella sua tenuta di campagna nel tentativo di nascondere la sua condizione al pubblico. La sua caparbia figlia, Sophia (Emilia Fox), insiste nel volerlo affidare a un badante, ma nessuno degli assistenti finora assunti è stato mai all'altezza del compito di tener testa al suo comportamento irascibile. La ricerca di un candidato adatto è diventata una sfida per quasi chiunque sia coinvolto nella vita di Sir Michael; quindi Joseph (Karl Johnson), factotum della tenuta e suo unico amico, invita deliberatamente Dorottya (Coco König), una giovane e inflessibile badante ungherese con ambizioni di attrice, ad essere la prossima ad affrontare il temperamento dell'attore. Ma a differenza di chiunque altro prima di lei, si lega rapidamente all'uomo grazie al loro reciproco amore per Shakespeare, e nonostante lo scetticismo iniziale, Sir Michael ritrova la gioia di vivere e riacquista la fiducia di cui ha bisogno per accettare la sua condizione. 

The Carer è prima di tutto un film sulla vecchiaia e la malattia - il regista ha perso il padre e il cognato non troppo tempo fa, e ha costruito il rapporto tra Sir Michael e Dorottya ispirandosi alle battute brillanti che lui e suo padre si scambiavano per lenire il loro dolore emotivo durante l'anno trascorso nei vari ospedali. Un aspetto cruciale e personale del film è anche lo stato di migrante di Dorottya. Lo stesso Edelényi dovette lasciare l'Ungheria a causa della censura del regime comunista, così infonde in The Carer piccoli ma toccanti dettagli che rivelano la dura realtà di ciò che significa lasciare il proprio Paese pieni di paura ma determinati a riuscire, a prescindere dagli ostacoli sul proprio cammino.

Sebbene l'originalità non sia certamente uno dei punti di forza del film, il mix perfetto di commedia e tragedia, unito alle eccellenti performance di tutti gli attori coinvolti, rende il film piacevole da guardare. La toccante interpretazione di Anna Chancellor nei panni di Milly, governante che ha una storia d'amore con Sir Michael, ed Emilia Fox nel ruolo della figlia risoluta sono probabilmente i due ruoli secondari che più si distinguono, ma una nota speciale di merito dovrebbe andare alla performance sottile e raffinata di Karl Johnson nel ruolo dell'unico amico e confidente di Sir Michael.

Nonostante il lavoro convincente della König e la chimica perfetta con Cox, l'attore scozzese regge il film quasi individualmente - le sue recitazioni di versi shakespeariani memorabili e il suo costante ghigno lo rendono il punto drammatico cardine attorno al quale ruota tutto il film. Durante il film, ci sono momenti in cui è difficile distinguere Cox da Sir Michael, e nella scena finale, un discorso di commiato durante una cerimonia di premiazione in suo onore, sembra che i due si fondano e - probabilmente anche perché Cox stesso ha co-scritto la scena - questa è una delle interpretazioni più autentiche e sincere della sua carriera. 

The Yellow Affair ha acquisito i diritti internazionali di The Carer, e Cinéfile gestirà la distribuzione nel Regno Unito.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Italian Pavilion Cannes