Beauty and the Dogs (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

KARLOVY VARY 2016 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

29 (co)produzioni francesi in vetrina a Karlovy Vary

di 

- Con 11 produzioni maggioritarie e 18 minoritarie in programma, oltre a venditori iperattivi, la Francia è ben rappresentata al festival ceco

29 (co)produzioni francesi in vetrina a Karlovy Vary
La Permanence di Alice Diop

La presenza francese è apparentemente discreta nelle tre sezioni competitive del 51mo Festival di Karlovy Vary (al via da oggi fino al 9 luglio). In effetti, c’è una sola produzione maggioritaria francese e punta al Grand Prix 2016 della categoria documentari: La Permanence [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Alice Diop. Tuttavia, un esame attento della programmazione dell’evento ceco dimostra ancora una volta a che punto l’industria cinematografica francese sia profondamente impegnata nella produzione, la coproduzione e le vendite internazionali di lungometraggi da tutto il mondo. Nel programma di questa edizione 2016 di Karlovy Vary figurano così 11 produzioni maggioritarie francesi e 18 minoritarie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tre coproduzioni minoritarie figurano tra i 12 lungometraggi di finzione in lizza per il Globo di Cristallo della selezione ufficiale: Zoology [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ivan I. Tverdovsky
scheda film
]
del russo Ivan I. Tverdovski (coprodotto da Arizona Productions - leggi l'articolo), Le confessioni [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roberto Andò
scheda film
]
dell’italiano Roberto Andò (coprodotto da Barbary Films) e The Wolf of Royal Vineyard Street [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomáš Klein
scheda film
]
del compianto cineasta ceco Jan Nemec (coprodotto da Bocalupo Films).

Nella sezione Another View si distinguono tre produzioni delegate francesi: la Caméra d'Or cannense Divines [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Houda Benyamina
scheda film
]
di Houda Benyamina (acquisito da Netflix e che uscirà il 31 agosto nelle sale francesi via Diaphana), il documentario Exil [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del cambogiano Rithy Panh (visto anch’esso sulla Croisette, in proiezione speciale della selezione ufficiale - venduto da Films Distribution) e Underground Fragrance del cinese Pengfei (passato per i Venice Days - prodotto da House On Fire - venduto da Urban Distribution International). Sono in programma anche cinque coproduzioni minoritarie francesi, di cui tre ammirate a Cannes: l’affascinante Mimosas [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Oliver Laxe
scheda film
]
dello spagnolo Oliver Laxe (Grand Prix della Semaine de la Critique - coprodotto da Rouge International e venduto da LuxBox che ha da poco concluso un accordo per gli Stati Uniti), l’originalissimo Wolf and Sheep [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Shahrbanoo Sadat
scheda film
]
dell’afgana Shahrbanoo Sadat (presentato alla Quinzaine des Réalisateurs - coprodotto da La Fabrica Nocturna Productions e venduto da Alpha Violet) e il palpitante Tramontane [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del libanese Vatche Boulghourjian (che ha avuto la sua première alla Semaine de la Critique - coprodotto da Le Bureau - Le Petit Bureau che guida anche le vendite internazionali). Il menu Another View include inoltre due coproduzioni minoritarie presentate al Panorama della Berlinale: Les Premiers, les Derniers [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
del belga Bouli Lanners (Label Europa Cinemas - coprodotto da ADCB Films - venduto da Wild Bunch) e Aloys [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Tobias Nölle
scheda film
]
dello svizzero Tobias Nolle (coprodotto da Petit Film).

Nella sezione Orizzonti brillano quattro produzioni maggioritarie: il concorrente a Cannes Slack Bay [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Bruno Dumont
scheda film
]
di Bruno Dumont, Le fils de Joseph [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Eugène Green (scoperto al Forum della Berlinale) e i concorrenti a Venezia L'hermine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Christian Vincent e Rabin, The Last Day [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’israeliano Amos Gitaï. Otto coproduzioni minoritarie li accompagnano tra cui il concorrente a Cannes Graduation [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Cristian Mungiu
intervista: Cristian Mungiu
scheda film
]
del rumeno Cristian Mungiu (prodotto da Why Not - venduto da Wild Bunch), Aquarius [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del brasiliano Kleber Mendonça Filho (coprodotto e venduto da SBS International) e Juste la fin du monde [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del canadese Xavier Dolan (coprodotto da MK2 Productions), l'Orso d'Oro berlinese Fuocoammare [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Gianfranco Rosi
scheda film
]
dell’italiano Gianfranco Rosi (coprodotto da Les Films d'Ici e venduto da Doc & Film International), Fai bei sogni [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Marco Bellocchio
scheda film
]
del suo connazionale Marco Bellocchio (che aveva aperto la Quinzaine des Réalisateurs - coprodotto da Ad Vitam), il premiato a Venezia Frenzy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emin Alper
scheda film
]
del turco Emin Alper (coprodotto da Paprika Films), Belgica [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Artemio Benki, Sylvie Leray
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
del belga Felix van Groeningen (coprodotto da Pyramide) e la produzione delegata britannica A Hologram for the King [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del tedesco Tom Tykwer (coprodotto da 22h22).

In proiezione di mezzanotte figura il thriller in lingua inglese Blood Father [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jean-François Richet (produzione delegata di Why Not - scoperto a Cannes e venduto da Wild Bunch), mentre la sezione Variety Critics' Choice ha selezionato la produzione maggioritaria francese A peine j'ouvre les yeux [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Leyla Bouzid
scheda film
]
di Leyla Bouzid (Label Europa Cinemas ai Venice Days - venduto da Doc & Film) e la minoritaria Je me tue à le dire [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Xavier Seron
scheda film
]
del belga Xavier Séron (coprodotto da Tobina Film - venduto da Stray Dogs). Infine, il programma Imagina include Sfumato di Christophe Bisson (prodotto da Tryptique Films) eNotes on Blindness [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: James Spinney, Peter Middl…
scheda film
]
del duo Peter Middleton - James Spinney (coprodotto con il Regno Unito da Agat Films & Ex Nihilo).

I venditori internazionali francesi contano sulle loro line-up altri 10 titoli in vetrina nelle diverse sezioni di questa edizione del festival di Karlovy Vary, in particolare sei nel menu Another View: The Happiest Day in the Life of Olli Mäki [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Juho Kuosmanen
scheda film
]
del finlandese Juho Kuosmanen (Premio Un Certain Regard a Cannes - venduto da Les Films du Losange), The Student del russo Kirill Serebrennikov (svelato nella stessa sezione cannense venduto da Wide Management), Galloping Mind [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del belga Wim Vandekeybus (venduto da Be For Films), Island City dell’indiana Ruchika Oberoi (scoperto ai Venice Days - venduto da Stray Dogs), Oscuro animal [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del colombiano Felipe Guerrero (presentato a Rotterdam e venduto da Pascale Ramonda) e You'll Never Be Alone del cileno Alex Anwandter (Panorama della Berlinale - venduto da Wide Management). Da notare infine che Films Distribution vende il concorrente a Cannes Ma'Rosa del filippino Brillante Mendoza che sarà proiettato nella sezione Orizzonti, che Celluloid Dreams vende Bone Tomawak dell’americano S Craig Zahler che sarà presentato in proiezione di mezzanotte, e che due titoli del Variety Critics' Choice sono sulle line-up dei venditori francesi: Les démons del canadese Philippe Lesage per Be For Films e Neon Bull [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del brasiliano Gabriel Mascaro per Memento Films International.

(Tradotto dal francese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss