American Honey (2016)
Un padre, una figlia (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
The Ornithologist (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

TORONTO 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

L'Europa attraversa l'Atlantico fino a Toronto

di 

- I nuovi film di Kiyoshi Kurosawa, Katell Quillévéré e Bertrand Bonello competono nella sezione Platform, mentre saranno presentati quelli di Ben Wheatley e Nacho Vigalondo

L'Europa attraversa l'Atlantico fino a Toronto
Le Secret de la chambre noire di Kiyoshi Kurosawa

Dopo una prima ondata di annunci di film selezionati al prossimo Toronto International Film Festival (tra cui le prime mondiali di The Secret Scripture [+leggi anche:
trailer
intervista: Jim Sheridan
scheda film
]
, Their Finest [+leggi anche:
recensione
intervista: Lone Scherfig
scheda film
]
, A United Kingdom [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, The Oath [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
o Orphan [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- per saperne di più), un buon numero di nuovi titoli europei si è unito al programma. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

L'evento, che si terrà dall'8 al 18 settembre ha rivelato i film selezionati nella sua sezione Platform, la unica competitiva del festival (con un unico premio di $25.000, che lo scorso anno è stato vinto dal canadese Hurt, di Alan Zweig). Tra questi troviamo il primo film europeo del giapponese Kiyoshi Kurosawa, Daguerrotype [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, co-prodotto tra Francia, Belgio e Giappone e interpretato da Tahar Rahim, Constance Rousseau e Olivier Gourmet. La rappresentanza francese si completa con l'atteso Nocturama [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bertrand Bonello
scheda film
]
di Bertrand Bonello, peraltro in concorso a San Sebastián, e Heal The Living [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Katell Quillévéré
scheda film
]
, di Katell Quillévéré, che sarà presentato nella sezione Orizzonti di Venezia. La co-produzione tra Paesi Bassi, Belgio, Germania e Giordania Layla M [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
., dell'olandese Mijke de Jong, avrà la sua anteprima mondiale in questa sezione, come Lady Macbeth [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: William Oldroyd
scheda film
]
, del britannico William Oldroyd, in concorso anche a San Sebastián. Il film belga Home [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, di Fien Troch, selezionato anch'esso in Orizzonti, completa la presenza europea. 

Nel frattempo, anche le altre sezioni stanno prendendo forma. In Midnight Madness, si conferma la presenza di Free Fire [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, thriller d'azione del britannico Ben Wheatley, con Brie Larson, Cillian Murphy e Armie Hammer nel cast, che chiuderà il Festival di Londra; The Girl With All the Gifts [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, di Colm McCarthy, con Gemma Arterton, Paddy Considine e Glenn Close, che ha aperto Locarno, o Raw [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Julia Ducournau
scheda film
]
, successo cannense di Julia Ducournau. Nella sezione Vanguard, lo spagnolo Nacho Vigalondo presenterà la sua co-produzione con il Canada Colossal [+leggi anche:
recensione
film focus
intervista: Nacho Vigalondo
scheda film
]
, con protagonista Anne Hathaway, e il belga Fabrice du Welz farà lo stesso con il suo thriller di vendetta Message from the King [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, co-prodotto tra Stati Uniti, Regno Unito e Belgio. La britannica Alice Lowe presenterà Prevenge [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, l'irlandese Lorcan Finnegan Without Name [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Joyce A. Nashawati Blind Sun [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, ambientato in Francia, e il messicano Amat Escalante, la sua grande co-produzione La región salvaje [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Infine, la sezione dei documentari TIFF Docs ospiterà film come Into the Inferno [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, il nuovo di Werner Herzog con Clive Oppenheimer (Regno Unito/Austria), Close Relations [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, di Vitaly Mansky (Lettonia/Germania/Estonia/Ucraina), I Called Him Morgan [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Kasper Collin (Svezia/USA), The War Show [+leggi anche:
recensione
film focus
intervista: Andreas Dalsgaard
scheda film
]
, di Andreas Dalsgaard e Obaidah Zytoon (Danimarca/Finlandia/Siria), I Am Not Your Negro di Raoul Peck (USA/Francia/Belgio/Svizzera), Política, manual de instrucciones, di Fernando León de Aranoa (Spagna), Bezness as Usual di Alex Pitstra (Paesi Bassi), o Gaza Surf Club di Philip Gnadt e Mickey Yamine (Germania), tra gli altri.

(Tradotto dallo spagnolo)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs