American Honey (2016)
Un padre, una figlia (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
The Ornithologist (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Le Semeur: un villaggio senza uomini per Marine Francen

di 

- Pauline Burlet, Géraldine Pailhas e Alban Lenoir nel cast. Iniziate le riprese del lungometraggio prodotto da Les Films du Worso e venduto da Celluloid Dreams

Le Semeur: un villaggio senza uomini per Marine Francen
La regista Marine Francen

Dal 16 agosto, Marine Francen sta girando in Lozère il suo primo lungometraggio: Le Semeur. Un tuffo nel cuore della campagna francese nel pieno del XIX secolo, che riunisce nel cast la belga Pauline Burlet (Premio Magritte 2014 come Miglior promessa per Il Passato [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e apprezzata anche in La route d'Istanbul [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Géraldine Pailhas (nomination ai César 2014 come Miglior attrice non protagonista per Giovane e bella [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: François Ozon
scheda film
]
), Alban Lenoir (nomination ai Lumière 2016 come Miglior rivelazione per Un Français [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Françoise Lebrun (notato recentemente in La Religiosa [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Guillaume Nicloux
festival scope
scheda film
]
I miei giorni più belli [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Iliana Zabeth (L'Apollonide [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Adèle Haenel
scheda film
]
Mercenaire [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Sacha Wolff
scheda film
]
), Anamaria Vartolomei (nomination ai Lumière 2012 come Miglior promessa per My Little Princess [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Mama Prassinos (Quand on a 17 ans [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: André Téchiné
scheda film
]
), Raphaëlle AgoguéMargot Abascal e Barbara Probst.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Scritta da Marine Francen, Jacqueline Surchat e Jacques Fieschi (tre nomination ai César come Miglior sceneggiatura e abituale partner di scrittura di Nicole Garcia) e basata su L'Homme semence di Violette Ailhaud (pubblicato nel 1919), la storia inizia nel 1852. Violette Ailhaud è in età da marito, quando il suo villaggio nelle Basse Alpi viene violentemente privato di tutti gli uomini, a causa della repressione che fa seguito alla sollevazione repubblicana del dicembre 1851. Passano così due anni di totale isolamento. Le donne stringono un patto per cui se un uomo passerà in paese dovrà essere il loro marito comune, così che la vita continui nel ventre di ognuna. 

Prodotto da Sylvie Pialat e Benoît Quainon per Les Films du WorsoLe Semeur beneficia della coproduzione dei belgi Versus Production, dei pre-acquisti di Canal+ et Ciné+ e del sostegno dell’anticipo sugli incassi del CNC, della regione Linguadoca-Rossiglione e di Soficas Cinémage, Indéfilms e Cinéventure. Le riprese avranno luogo in Lozère in due sessioni, dal 16 al 26 agosto e poi dal 28 settembre al 24 ottobre. La distribuzione nelle sale francesi sarà assicurata da ARP Sélection, le vendite internazionali dalla Celluloïd Dreams.

A titolo informativo, Les Films du Worso ha attualmente in produzione anche Les Gardiennes, settimo lungometraggio di Xavier Beauvois (leggi l’articolo).

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs