La ragazza senza nome (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
Un padre, una figlia (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
The Ornithologist (2016)
Things to Come (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il VAF sostiene i nuovi film di Koen Mortier, Adil El Arbi e Bilall Fallah

di 

- Il Vlaams Audiovisueel Fonds supporterà anche Under My Skin, il primo lungometraggio di un giovane regista promettente, Lukas Dhont

Il VAF sostiene i nuovi film di Koen Mortier, Adil El Arbi e Bilall Fallah
Il regista Koen Mortier

Il Vlaams Audiovisueel Fonds (VAF) ha annunciato i risultati della sua ultima commissione d’aiuto alla produzione cinematografica, sezione lungometraggi. Il VAF sosterrà il duo formato da Adil El Arbi e Bilall Fallah, che ha ricevuto di recente due Ensors (premi del cinema fiammingo) per la regia e il montaggio di Black [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Adil El Arbi e Bilall Fallah
scheda film
]
, il loro ultimo film (leggi la news). Il duo è particolarmente richiesto: ha terminato quest’estate le riprese del pilota di una serie americana, Snowfall, con Cuba Gooding Jr e John Singleton. Patser segna il suo ritorno in Belgio, sempre prodotto da A Team Productions, e co-diretto con Bram Renders e Nabil Ben Yadir.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Il VAF sosterrà anche Koen Mortier per il suo nuovo progetto, Engel, adattato da un romanzo di Dimitri Verhulst, che va decisamente forte nel cinema fiammingo (La Merditude des Choses [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Felix van Groeningen
scheda film
]
, Problemski Hotel
 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Engel, il cui ruolo principale dovrebbe essere interpretato da Jérémie Rénier, s’ispira alla storia del ciclista belga Frank Vandenbroucke, ritrovato morto all’età di 34 anni in una stanza d’hotel in Senegal. Il film sarà prodotto da Czar Film.

Selezionato dal VAF anche il giovane Lukas Dhont per il suo primo lungometraggio, Under My Skin. Diplomatosi alla facoltà delle arti dell’Haute École di Gand (KASK), i suoi cortometraggi, Corps perdu e L’Infini, sono stati selezionati e premiati in diversi festival. Under My Skin segue il percorso complicato di Louise, una transgender di 15 anni. Nata in un corpo maschile, ha deciso di continuare a vivere come una ragazza e di dare tutta se stessa per realizzare il suo sogno, diventare una ballerina classica. Sempre in attesa di un trattamento ormonale, il suo corpo da ragazzo diventa un ostacolo sul suo cammino. Under My Skin sarà prodotto da Menuet.

Da notare infine che il VAF sostiene in produzione due opere prime francofone minoritarie: Tueurs di François Troukens e Jean-François Hensgens, prodotto da Versus e coprodotto da Savage, e Une part d’ombre di Samuel Tilman, prodotto da Eklektik e coprodotto da Serendipity.

(Tradotto dal francese)

CNC conférence 6 decembre
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs