American Honey (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
The Ornithologist (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
Toni Erdmann (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Victoria e Frantz piacciono al pubblico

di 

- Il cinema d’autore francese brilla con Justine Triet e François Ozon. Bene anche la tedesca Maren Ade e il canadese Xavier Dolan

Victoria e Frantz piacciono al pubblico
Victoria di Justine Triet

Rientro molto promettente al box-office per il cinema d’autore francese che ha piazzato due titoli al primo e al terzo posto della classifica settimanale. Victoria [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Justine Triet
scheda film
]
di Justine Triet, commedia sofisticata e stravagante interpretata dalla sensazionale attrice belga Virginie Efira, un’opera seconda ammirata in apertura della Semaine de la Critique del 69° Festival di Cannes, si è posizionato subito in testa nella sua prima settimana di programmazione con 260 326 entrate in 237 sale (distribuzione: Le Pacte).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Dal canto suo, Frantz [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: François Ozon
scheda film
]
di François Ozon, presentato in concorso alla 73a Mostra di Venezia (e vincitore del premio Marcello Mastroianni della miglior promessa assegnato alla tedesca Paula Beer) totalizza 314 282 entrate in due settimane e dà prova di una buona tenuta, cedendo solo il 5,44% della sua frequentazione nella seconda settimana e vedendo la sua distribuzione ampliata progressivamente da Mars Distribution (210 sale nella prima settimana, 275 nella seconda e 322 schermi da ieri).

Molti altri film francesi fanno bella figura al box-office di questo settembre: Un petit boulot [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del compianto Pascal Chaumeil (329 781 spetattori in tre settimane - Gaumont in 372 sale), Le fils de Jean [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philippe Lioret
scheda film
]
di Philippe Lioret (250 000 entrate in tre settimane e una tenuta notevole a -8,02% nella terza settimana - Le Pacte in 261 sale), la Caméra d'Or cannense Divines [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Houda Benyamina
scheda film
]
di Houda Benyamina (229 306 entrate in tre settimane e una buona tenuta a -17% nella terza settimana - Diaphana in 243 sale) e la commedia C'est quoi cette famille?! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gabriel Julien-Laferrière (676 000 entrate in sei settimane con UGC in 318 copie).

Sul fronte del cinema europeo non nazionale, Toni Erdmann [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Maren Ade
scheda film
]
della tedesca Maren Ade, sorprendente rivelazione della competizione cannense 2016, ottiene un ottimo risultato in Francia con un totale di 307 000 entrate in cinque settimane (Haut et Court in 248 copie) e il film d'animazione The Red Turtle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’olandese Michael Dudok de Wit, visto anch’esso sulla Croisette (premio speciale della giuria del Certain Regard), registra 291 811 entrate in 11 settimane (Wild Bunch Distribution in 144 copie).

Il pubblico francese si è fatto trovare pronto anche per l’arrivo di Juste la fin du monde [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del canadese Xavier Dolan. Grand Prix del Festival di Cannes 2016 con il suo cast "all star" francese (Gaspard Ulliel, Marion Cotillard, Vincent Cassel, Nathalie Baye, Léa Seydoux), il film è partito in testa nel suo primo giorno di programmazione con 62 449 entrate su 391 copie lanciate dal suo produttore e distributore francese MK2.

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs