Glory (2016)
Park (2016)
Waves (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Personal Shopper (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

GDYNIA 2016 Premi

email print share on facebook share on twitter share on google+

The Last Family trionfa a Gdynia

di 

- Il primo lungometraggio di Jan P. Matuszynski ha ottenuto cinque trofei, tra cui il titolo di miglior film e il premio del pubblico

The Last Family trionfa a Gdynia
Jan P. Matuszynski, con il suo premio a Gdynia (© Festiwal Filmowy w Gdyni)

Tradizionalmente assegnati al regista e ai produttori del miglior film, i Leoni d’Oro della 41a edizione del Festival de Gdynia sono andati a The Last Family [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. Presentato in concorso a Locarno, il primo lungometraggio del giovane cineasta Jan P. Matuszynski è stato prodotto da Leszek Bodziak e Aneta Hickinbotham per Aurum Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int


Ispirato alla vita del celebre pittore polacco Zdzislaw Beksinski, il film ha anche conquistato i due principali premi dell’interpretazione (primo ruolo femminile per Aleksandra Konieczna che incarna la moglie dell’artista, e primo ruolo maschile per Andrzej Seweryn), il premio del pubblico e quello attribuito dalla stampa.

I Leoni d’Argento sono stati assegnati a I’m a Killer di Maciej Pieprzyca, prodotto da Renata Czarnkowska-Listos e Maria Golos per RE Studio. Il regista, che aveva già ottenuto questo riconoscimento nel 2013 (con Life Feels Good [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), ha avuto anche la meglio nella categoria della miglior sceneggiatura.

Il terzo gran vincitore del festival è United States of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Tomasz Wasilewski
scheda film
]
di Tomasz Wasilewski. Premiato lo scorso febbraio a Berlino con l’Orso d’Argento della miglior sceneggiatura, il film ha ottenuto cinque trofei a Gdynia: regia, ruolo secondario femminile (Dorota Kolak) e maschile (Lukasz Simlat), montaggio (Beata Walentynowska) e costumi (Monika Kaleta).

Con sommo dispiacere di gran parte del pubblico e della critica, Hatred [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Wojciech Smarzowski non ha vinto nulla nelle categorie principali, ma è stato ricompensato per la fotografia (Piotr Sobocinski), il trucco (Ewa Drobiec) e il miglior interprete giovane (Michalina Labacz). 

Il titolo di miglior regista di un’opera prima è stato attribuito a Bartosz M. Kowalski per Playground [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bartosz M. Kowalski
scheda film
]
(che ha avuto la sua prima mondiale in competizione a San Sebastian), il premio speciale della giuria a The Red Spider [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marcin Koszalka
scheda film
]
di Marcin Koszalka (distintosi per il suo coraggio nell’andare oltre i limiti dei generi) e il tradizionale premio alla carriera a Janusz Majewski. Si segnalano infine un premio speciale, fuori concorso, assegnato a Andrzej Wajda per il suo nuovo film, Afterimage [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, presentato in proiezione speciale. "Sono invecchiato un po’, non ho voluto quindi partecipare alla competizione", ha dichiarato il "patriarca" del cinema polacco che festeggia quest’anno il suo 90° compleanno.

I vincitori:

Leoni d'Oro - Miglior film
The Last Family [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Jan P. Matuszynski

Leoni d’Argento
I’m a Killer - Maciej Pieprzyca

Premio speciale della giuria
The Red Spider [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marcin Koszalka
scheda film
]
- Marcin Koszalka

Miglior regia
United States of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Tomasz Wasilewski
scheda film
]
- Tomasz Wasilewski

Miglior regia di un’opera prima
Playground [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bartosz M. Kowalski
scheda film
]
- Bartosz M. Kowalski

Miglior sceneggiatura
I’m a Killer - Maciej Pieprzyca

Miglior primo ruolo femminile
Aleksandra Konieczna - The Last Family

Miglior primo ruolo maschile
Andrzej Seweryn - The Last Family

Miglior secondo ruolo femminile
Dorota Kolak - United States of Love

Miglior secondo ruolo maschile
Lukasz Simlat - United States of Love

Miglior giovane interprete
Michalina Labacz - Hatred

Miglior fotografia
Piotr Sobocinski - Hatred

Miglior montaggio
Beata Walentynowska - United States of Love

Miglior suono
Marcin Kasinski, Kacper Habisiak - The High Frontier

Miglior musica
Janusz Wojtarowicz, Paweł Baranek, Marcin Gałażyn (Motion Trio) - The Happiness of the World

Miglior trucco
Ewa Drobiec - Hatred

Migliori costumi
Monika Kaleta - United States of Love

Premio speciale della giuria fuori concorso
Afterimage [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Andrzej Wajda

(Tradotto dal francese)

Seneca's Day Lithuania
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Home Sweet Home