La ragazza senza nome (2016)
Un padre, una figlia (2016)
María (y los demás) (2016)
United States of Love (2016)
Waves (2016)
Il più grande sogno (2016)
American Honey (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LONDRA 2016

email print share on facebook share on twitter share on google+

Una: un adattamento coraggioso che fa faville sullo schermo

di 

- L'opera prima di Benedict Andrews, adattamento dell'opera teatrale di David Harrower, Blackbird, è uno studio sensazionale e straziante sulla rabbia, la memoria, e l'amore

Una: un adattamento coraggioso che fa faville sullo schermo
Rooney Mara in Una

Analizzare l'idea della violenza sessuale in un film non è un'impresa facile - ma il regista Benedict Andrews ci riesce con l'avvincente e straziante Una [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, proiettato in concorso al 60° Festival di Londra. Adattato per il grande schermo da David Harrower da una sua stessa opera teatrale che Andrews ha diretto sul palco a Berlino, Una racconta la storia del personaggio del titolo (Rooney Mara) durante la sua ricerca delle risposte del suo passato. Una, giovane donna che vive ancora a casa con la madre, è una persona ferita che decide di affrontare un uomo che conosce da tempo. Quest'uomo è Ray (ora Peter, dopo un cambio legale di nome), che lavora in un magazzino e ha tutte le intenzioni di andare avanti nella sua vita - finché Una lo va a trovare a lavoro. Veniamo a sapere che Ray (Ben Mendelsohn) ha abusato sessualmente di Una all'età di 13 anni e riconosce subito la sua versione adulta, quando si presenta. Dopo averla presa prontamente da parte per avere una conversazione più privata e personale, vediamo che anche Ray vuole molte risposte da Una per scavare nel loro rapporto. Ciò che traspare nel corso dell'ora e mezza successiva è un profondo tuffo nel loro passato, con domande riguardanti l'abuso, l'attrazione, la memoria e, più sorprendentemente, l'amore, nel passato e nel futuro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Adattare un'opera teatrale per il grande schermo ha storicamente dimostrato di essere difficile e insidioso per molti - il rischio è che il prodotto finito sembri come se qualcuno abbia semplicemente filmato uno spettacolo teatrale. Tuttavia, Una risulta essere il miglior adattamento cinematografico di un lavoro teatrale dai tempi di Rabbit Hole di John Cameron Mitchell nel 2010. È un lavoro forte e puramente cinematografico, che consente ad Andrews di fondere la sua familiarità con il materiale di partenza con la sua sinfonia di esperti cinematografici - tutto dal montaggio viscerale di Nick Fenton, all'inquietante colonna sonora di Jed Kurzel rende questo film convincente su tutti i livelli. Il pubblico vuole odiare Ray per ciò che ha fatto a Una, ma Mendelsohn è un attore talmente talentuoso e meticoloso che dà vita ad ogni livello del personaggio, dalla sorpresa al rimpianto. Infonde a Ray un'empatia che è sorprendentemente gradevole e sensibile, ma non ha alcun interesse a rendere il personaggio remotamente simpatico. Ray si è nascosto dal suo passato e ha mantenuto un equilibrio più che ha potuto fino al ritorno di Una nella sua vita. La Mara, d'altra parte, consegna forse la sua migliore interpretazione fino ad oggi. Si tratta di un personaggio profondamente complesso alle prese con una miriade di emozioni oscure, e la Mara eccelle nella rappresentazione della sua mentalità e dei suoi sentimenti in un'interpretazione rivelatrice. Passa dalla rabbia e dalla tristezza, alla speranza e alla confusione in un solo sguardo, e i due attori hanno una chimica incredibile ed elettrica.

Una non è solo uno spettacolo di recitazione, ma anche un'audace lavoro cinematografico che sembra un incontro permeato da una marea di ricordi indispensabili. Andrews ha un tempismo perfetto nello spostarsi avanti e indietro nel passato di Ray e Una (parzialmente ancorato all'interpretazione di Ruby Stokes nei panni della giovane e vulnerabile Una) e l'incontro nel presente, creando un'esperienza tanto dinamica quanto disturbante da guardare. I registi dovrebbero prendere esempio dalla storia di Una in futuro - era da tanto che un film non riusciva a diventare non solo un ottimo adattamento cinematografico, ma anche a lasciare un'indelebile impronta personale come un pezzo di cinema senza compromessi, cupo e avvincente.

Il film è prodotto da Film4 Productions, WestEnd Films, Bron Creative (Canada), e Jean Doumanian Productions (USA). Il suo agente di vendite è WestEnd Films. Sta attualmente cercando distribuzione nel Regno Unito.

La nostra copertura per il 60° BFI London Film Festival è gestita in collaborazione con lo UK National Film and Television School's MA in Cinema, Organizzazione e Gestione.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs