La ragazza senza nome (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
Un padre, una figlia (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
The Ornithologist (2016)
Things to Come (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

L'Ile-de-France sostiene Barbara di Mathieu Amalric

di 

- Selezionati anche Hazanavicius, Doillon, Mouret, Finkiel, Provost, i fratelli Rénier, il duo Olivier Peyon-Cyril Brody e Lorenzo Mattotti

L'Ile-de-France sostiene Barbara di Mathieu Amalric
L'attore e regista Mathieu Amalric

Nove lungometraggi sono stati selezionati all’ultima sessione 2016 del Fondo di sostegno alle industrie tecniche cinematografiche e audiovisive della Regione Ile-de-France, i cui risultati sono stati resi noti di recente. Tra questi spicca Barbara che sarà il settimo lungometraggio da regista di Mathieu Amalric, le cui ultime due opere sono passate per la selezione ufficiale cannense (Tournée [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Mathieu Amalric
intervista: Mathieu Amalric
scheda film
]
in competizione nel 2010 e vincitore del premio della regia, La Chambre bleue [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mathieu Amalric
scheda film
]
al Certain Regard nel 2014). Attualmente in pre-produzione, il suo nuovo progetto è centrato sul personaggio della celebre cantante francese Barbara (1930-1997), ma non si tratterà di un biopic: la sceneggiatura (scritta dal regista con Philippe Di Folco) ruota attorno alla storia di un regista che vuole fare un film su Barbara, con i due ruoli incarnati da Mathieu Amalric stesso e Jeanne Balibar. Prodotto da Patrick Godeau per Waiting For Cinéma, il lungometraggio beneficerà di un budget di 8,6 M€ e ha Wild Bunch tra i suoi partner. 42 dei 54 giorni di riprese si svolgeranno in Ile-de-France, e la regione sosterrà il progetto con 419 000 €.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

E’ stato selezionato anche La Douleur di Emmanuel Finkiel, i cui 45 giorni di riprese stanno per terminare. Adattamento di Marguerite Duras, la sceneggiatura (scritta dal regista) del film interpretato da Mélanie Thierry e Benoît Magimel, si svolge nel 1944. La Francia è sotto l’Occupazione tedesca e lo scrittore Robert Antelme, figura di spicco della Resistenza, viene arrestato e spedito a Buchenwald. E’ l’inizio di un’attesa insopportabile per sua moglie, Marguerite Duras, un’agonia lenta e silenziosa nel mezzo del caos della Liberazione di Parigi... Ricordiamo che Emmanuel Finkiel ha diretto Voyages (Premio Louis Delluc 1999 dell’opera prima e César 2000 del miglior primo film), Nulle part terre promise [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(in competizione a Locarno nel 2008 e premio Jean Vigo), il documentario Je suis (2012) e Je ne suis pas un salaud [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2016). Prodotto da Les Films du Poisson, La Douleur beneficia di un budget di 5,8 M€
 che include 409 000 € di aiuto della regione Ile-de-France.

La regione Ile-de-France sosterrà inoltre Le Redoutable di Michel Hazanavicius (leggi l'articolo - prodotto da Les Compagnons du Cinéma - aiuto di 445 000 €), Rodin di Jacques Doillon (articolo - Les Films du Lendemain - 341 000 €), La Sage-femme di Martin Provost (news - Curiosa Films - 306 000 €), Mademoiselle de Joncquières di Emmanuel Mouret (già sostenuto da Arte France Cinéma - news - Moby Dick Films - 320 000 €), la coproduzione franco-belga Les Carnivores di Jérémie e Yannick Rénier (Chi-Fou-Mi Productions e Les Films du Fleuve - 210 000 €), il film d'animazione La Fameuse Invasion des ours en Sicile dell’italiano Lorenzo Mattotti (Prima Linea Productions - 375 000 €) e il documentario Latifa, le coeur du combat del duo Olivier Peyon (Comment j'ai détesté les maths [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) - Cyril Brody (Haut et Court - 85 000 €).

(Tradotto dal francese)

Home Sweet Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs