Sieranevada (2016)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
Verano 1993 (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

SUNDANCE 2017 Paesi Bassi

email print share on facebook share on twitter share on google+

Revolver e Submarine portano le (co-)produzioni olandesi al Sundance

di 

- Le aziende presentano due film di finzione e due documentari che competeranno al prestigioso festival indie americano

Revolver e Submarine portano le (co-)produzioni olandesi al Sundance
I Dream in Another Language di Ernesto Contreras

Nessuna produzione di maggioranza olandese è stata selezionata per il prossimo Sundance Film Festival; tuttavia, la vitalità e l'eclettismo dei produttori olandesi saranno comunque presenti all'evento indie, con un totale di quattro titoli (co-)prodotti dai Paesi Bassi.

La società di produzione Revolver Amsterdam porterà due produzioni del suo catalogo alla prestigiosa Competizione Cinema Drammatico Internazionale: I Dream in Another Language del regista messicano Ernesto Contreras e Don’t Swallow My Heart, Alligator Girl! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'esordiente brasiliano Felipe Bragança.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I Dream in Another Language narra di un giovane linguista che parte per la giungla messicana per studiare e salvare una misteriosa lingua indigena sull'orlo della scomparsa, poiché i suoi ultimi due parlanti hanno litigato più di 50 anni fa e rifiutano di parlarsi.

Il Sundance è sicuramente uno dei posti migliori per lanciare il film a livello internazionale, ma anche in fase di sviluppo, I Dream in Another Language si era già ritagliato un profilo internazionale. Basata su un'idea originale di Revolver Amsterdam, la sceneggiatura è stata sviluppata presso il Binger Filmlab e il Jerusalem Film Lab, nonché al Sundance Screenwriters Lab, dove ha ricevuto il Sundance-Mahindra Global Filmmaking Award. Anche il programma MEDIA ha sostenuto il suo sviluppo. I produttori messicani sono Agencia SHA e Alebrije Cine y Video.

Anche Don’t Swallow My Heart, Alligator Girl! ha DNA olandese: oltre ad un co-produttore che vive nei Paesi Bassi, il film è stato sostenuto dal Fondo Hubert Bals dell'IFFR, e la colonna sonora è stata composta dal musicista e DJ olandese Baris Akardere (alias Sotu the Traveller). Coinvolte nella produzione anche le aziende brasiliane Duas Mariola Filmes, Mutuca Filmes, Globo Filmes e la francese Damned Films. Don’t Swallow My Heart, Alligator Girl! è una storia di amore e guerra, che narra la storia di Joca, ragazzo brasiliano che si innamora di una ragazza paraguaiana al confine tra i due Paesi.

Alcune co-produzioni di documentari olandesi arriveranno anch'esse al Sundance. La società di Amsterdam Submarine ha co-prodotto Nobody Speak: Hulk Hogan, Gawker and Trials of a Free Press di Brian Knappenberger, che sarà proiettato nella Competizione Documentari Americani, e Winnie di Pascale Lamche (per saperne di più), che sarà incluso nella Competizione Documentari Internazionali.

Il Sundance Film Festival si svolge ogni anno a Park City, Utah. La prossima edizione si terrà dal 19 al 29 gennaio 2017.

(Tradotto dall'inglese)

Emilia Romagna_site IT
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss