Indivisibili (2016)
Insyriated (2017)
Ava (2017)
Ana, Mon Amour (2017)
Riparare i viventi (2016)
Les Fantômes d'Ismaël (2017)
On Body and Soul (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2017 Mercato/Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Berlino nel mirino di Les Films du Losange

di 

- In line-up brillano la prima di mercato di L'Opéra di Jean-Stéphane Bron e Le Vénérable W di Barbet Schroeder

Berlino nel mirino di Les Films du Losange
L'Opéra di Jean-Stéphane Bron

Ultimi preparativi prima dell'European Film Market del 67° Festival di Berlino (dal 9 al 19 febbraio 2017) per la squadra di vendite internazionali (guidata da Bérénice Vincent) della società parigina Les Films du Losange diretta da Margaret Ménégoz.  

A Berlino, Les Films du Losange svelerà in prima mondiale di mercato il documentario L'Opéra (The Paris Opera) dello svizzero Jean-Stéphane Bron che è stato prodotto in delegato dai francesi di Les Films Pelléas e coprodotto fra gli altri dagli svizzeri di Bande à part Films. Molto apprezzato alla Quinzaine des réalisateurs cannense 2010 con Cleveland contre Wall Street [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jean-Stéphane Bron
scheda film
]
e sulla Piazza Grande di Locarno nel 2013 con L'expérience Blocher [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
, il cineasta si è immerso questa volta per una stagione intera dietro le quinte della celebre istituzione artistica parigina. L’uscita francese è prevista per il 5 aprile.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Altra novità in line-up, A mon âge, je me cache pour fumer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Rayhana, un’opera prima prodotta dalla Francia (KG Productions), la Grecia (Blonde Audiovisual) e l'Algeria. Ambientato in un hammam dove donne molto differenti si confrontano fra loro, il film che è interpretato in particolare da Hiam Abbass e Biyouna ha ricevuto il premio del pubblico a Salonicco e uscirà nelle sale francesi il 27 aprile prossimo.

All'EFM si apriranno poi le prevendite di Le Vénérable W [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Barbet Schroeder
scheda film
]
 di Barbet Schroeder, un documentario franco-svizzero guidato in produzione da Les Films du Losange, attualmente in post-produzione e che è l’ultimo capitolo della "trilogia del Male" del cineasta, cominciata con Idi Amin Dada (1974) e proseguita con L'avvocato del terrore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(scoperto al Certain Regard cannense nel 2007 e César 2008 del miglior documentario). Stavolta, il regista viaggia nel cuore del razzismo quotidiano analizzando come l’islamofobia si sia sviluppata nel buddhismo.

Ovviamente, in line-up brilla sempre la coproduzione franco-austro-tedesca Happy End dell’austriaco Michael Haneke (leggi l'articolo - in post-produzione con Isabelle Huppert e Jean-Louis Trintignant nel cast e che tutti attendono per il prossimo Cannes) che è stata già ampiamente prevenduta in tutto il mondo.

Da notare tra le novità anche Avril et Djam [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il nuovo film di Tony Gatlif (premio della regia a Cannes nel 2004 con Exils e in vetrina al Panorama di Berlino nel 2012 con Indignados [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tony Gatlif
scheda film
]
). Prodotto da Princes Films e coprodotto da Pyramide Productions, Rhône-Alpes Cinéma, la Grecia (Blonde Audiovisual) e la Turchia, il film ha come interpreti principali Daphné Patakia, Alexandra Kladaki e Simon Abkarian. La trama prende spunto dall’incontro a Istanbul tra una giovane greca e un’operatrice umanitaria francese.

Infine, Les Films du Losange completerà all'EFM le vendite dei suoi selezionati a Locarno (L'Indomptée [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Caroline Deruas
scheda film
]
di Caroline Deruas e La Prunelle de mes yeux [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Axelle Ropert) e a Cannes (Olli Mäki [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Juho Kuosmanen
scheda film
]
del finlandese Juho Kuosmanen e Diamond Island [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Davy Chou).

(Tradotto dal francese)

Film Business Course
Festival Scope Quinzaine
WTW Unexpected Love Stories
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss