The Other Side of Hope (2017)
Félicité (2017)
Orpheline (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Waldstille (2016)
Dall'altra parte (2016)
Paris La Blanche (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Germania

email print share on facebook share on twitter share on google+

Nuovi incentivi per attrarre le coproduzioni in Germania

di 

- Il secondo Fondo Federale tedesco per il Cinema riceve 75 milioni di euro e vola alla conquista delle produzioni internazionali

Nuovi incentivi per attrarre le coproduzioni in Germania
La commissaria federale per la Cultura e i Media Monika Grütters

Con la decisione dello Stato federale di raddoppiare entro il prossimo anno il budget messo a disposizione del settore cinematografico– passando dagli attuali 75 a 150 milioni di euro – il governo tedesco mira a consolidare la competitività della Germania come meta di produzione di film. Un secondo Fondo Federale tedesco per il Cinema è infatti pronto a dare man forte a quello in precedenza già creato a sostegno delle produzioni girate nel paese. Il nuovo programma fornirà degli incentivi alle pellicole ad alto budget tedesche e straniere. L’annuncio della commissaria federale per la Cultura e i Media, Monika Grütters, arriva all’indomani della richiesta da parte dell’industria cinematografica nazionale di strutture che possano attirare i produttori esteri e portare così nuovi guadagni agli studios e alle società nazionali specializzate in effetti speciali. Si auspica inoltre che la collaborazione con squadre internazionali possa innalzare il livello di professionalità degli operatori tedeschi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A dispetto di cinque programmi di finanziamento nazionali e otto fondi regionali - per un totale di oltre 300 milioni di euro – in passato è stata lamentata una mancanza di aiuti alle produzioni internazionali. Come denunciato da numerosi professionisti durante l’ultima Berlinale, in confronto agli incentivi fiscali di altri paesi - dalla Gran Bretagna ai Paesi Bassi passando per la Repubblica Ceca - nessun sistema equivalente era stato finora messo in piedi per invogliare le co-produzioni estere a operare in Germania. All’inizio del Festival di Berlino, Grütters aveva quindi rimpinguato le casse del Fondo federale, impegnandosi a farle levitare da 50 a 75 milioni nel 2017, e aveva accennato al possibile lancio di un nuovo pacchetto di finanziamenti dedicato alle grosse produzioni (leggi l’articolo).

Un’ipotesi che è ora diventata realtà. Il nuovo fondo partirà nel 2017 da una base di 25 milioni di euro per poi triplicarsi nei prossimi tre anni. Una carrellata del sistema di finanziamenti previsto per il triennio 2018-2021 era già stata illustrata dalla ministra in occasione dell’annuncio delle nomine ai premi del cinema tedesco. A grandi linee, il sostegno a livello nazionale ammonterà a 150 milioni di euro, comprendendo il primo e il secondo Fondo Federale per il Cinema. “Si tratta di un’ottima notizia per la Germania in qualità di location cinematografica, per i produttori e fornitori di servizi e per tutti i membri dei vari dipartimenti del settore”, ha commentato Alexander Thies, presidente della German Producers Alliance, entusiasta all’idea che i produttori possano pianificare il proprio lavoro con maggiore sicurezza. “Avevamo bisogno di questi incentivi per tenere il passo con la concorrenza internazionale”.

(Tradotto dall'inglese)

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home