La Mort de Louis XIV (2016)
From the Balcony (2017)
On Body and Soul (2017)
Verano 1993 (2017)
Les Fantômes d'Ismaël (2017)
Indivisibili (2016)
La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Slovacchia/Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Peter Simonischek incontra il regista premio Oscar Jiří Menzel in The Interpreter

di 

- Il regista slovacco Martin Šulík torna con un nuovo film dopo il pluripremiato Gypsy

Peter Simonischek incontra il regista premio Oscar Jiří Menzel in The Interpreter
Jiří Menzel (a sinistra) e Peter Simonischek in The Interpreter

L’attore austriaco Peter Simonischek, consacrato Miglior attore europeo del 2016 dalla European Film Academy per il ritratto dell’eccentrico Winfried Conradi nel successo internazionale Vi presento Toni Erdmann [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Maren Ade
scheda film
]
di Maren Ade, si appresta ora a dividere il set con il cineasta ceco e vincitore dell'Oscar Jiří Menzel nel prossimo film firmato dal regista slovacco Martin ŠulíkThe Interpreter, questo il titolo dell’opera, segna il ritorno dietro la cinepresa di Šulík dopo Gypsy [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
, dramma pluripremiato del 2011. L’opera tratterà il tema della comprensione reciproca e, al tempo stesso, farà i conti con le conseguenze del passato fascista nell’Europa centrale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film narra infatti la storia di due ottantenni costretti ad affrontare il proprio passato.  I genitori di Ali (Menzel), ebreo slovacco, sono stati uccisi da un ufficiale delle SS austriaco, mentre l’ex insegnante Georg (Simonischek) lotta contro il proprio alcolismo e il passato del padre. Quando Ali viene a conoscenza della fine dei genitori, decide di cercare il loro assassino, ma finisce con il trovare suo figlio. Quest’incontro fortuito spingerà Georg ad interrogarsi per capire chi fosse realmente suo padre.

Scritto a quattro mani da Šulík e da Marek Leščák, che già in passato ha collaborato alla sceneggiatura di successi nazionali quali Little Harbour [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Iveta Grófová
scheda film
]
Koza [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ivan Ostrochovský
scheda film
]
Miracle [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
 e Made in Ash [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Iveta Grófóva
intervista: Jiří Konečný
festival scope
scheda film
]
, il film svela il lato oscuro di un passato che continua a proiettare le sue ombre nel presente. “Nessuno dei due personaggi ha ancora trovato la pace interiore: il passato taciuto (o sconosciuto) ha un impatto sulle loro vite. Il viaggio a due attraverso la Slovacchia dà loro la possibilità di raggiungere un certo equilibrio e confrontare le rispettive esperienze e posizioni morali. Grazie alla comprensione reciproca, cominciano a capire le decisioni e i punti di vista l’uno dell’altro. Alla fine del percorso, guardano alla propria esistenza da una prospettiva nuova, e questa esperienza inusuale li aiuta anche a comprendere meglio il mondo che li circonda,” hanno spiegato gli sceneggiatori.

Il progetto è prodotto dalla società indipendente di Šulík, la Titanic, che ha previsto per la pellicola, definita un road movie, un budget di 1,5 milioni di euro. Rudolf Biermann, produttore di A Prominent Patient [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, co-produce il film per la compagnia ceca IN Film Praha. Dal momento che i dialoghi sono perlopiù in tedesco, anche la società austriaca coop99 si è unita al lavoro, insieme alle emittenti nazionali ceca e slovacca. Sono previsti 36 giorni di riprese, tra marzo e maggio, mentre il montaggio si concluderà entro dicembre 2017. Il film dovrebbe uscire nelle sale slovacche nella primavera del 2018.

A supporto dell’opera troviamo inoltre lo Slovak Audiovisual Fund e il Czech State Cinematography Fund. La distribuzione nazionale verrà gestita dalla Garfield Film, che in passato si è occupata per Šulík di Gypsy, mentre Bioscop organizzerà quella nei cinema cechi. Infine, è in corso una negoziazione per un possibile acquisto da parte del canale europeo ARTE.

(Tradotto dall'inglese)

Film Business Course
Festival Scope Quinzaine
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss