En attendant les hirondelles (2017)
Meda or the Not So Bright Side of Things (2017)
Euthanizer (2017)
Western (2017)
Jupiter's Moon (2017)
Petit Paysan (2017)
Insyriated (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il grande cinema internazionale a Palermo per il 7° Sicilia Queer filmfest

di 

- L’evento con oltre 60 opere in programma, tra corti e lungometraggi, ospiti internazionali, workshop, incontri e riscoperta di capolavori dimenticati, si terrà dal 24 maggio al 1° giugno

Il grande cinema internazionale a Palermo per il 7° Sicilia Queer filmfest
Rester Vertical di Alain Guiraudie

Opere in concorso nella sezione lungometraggi "Nuove Visioni" e nella sezione cortometraggi "Queer Short", film fuori concorso nella sezione "Panorama Queer", una personale – la prima in Europa – dedicata al regista americano di origini portoghesi Gabriel Abrantes, preziose riscoperte nelle sezioni "Retrovie Italiane" e "Carte Postale à Serge Daney", cinema d’animazione e molto altro ancora. E’ il ricco programma del 7° Sicilia Queer filmfest, che si svolgerà a Palermo dal 24 maggio al 1° giugno, e che quest’anno rende omaggio al regista Marco Ferreri, a vent’anni dalla sua scomparsa, con la proiezione, fra gli altri, di Storia di Piera e Il futuro è donna. Due iniziative precedono e seguono la settimana di svolgimento del festival: una Summer School (dal 22 al 27 maggio) che sarà occasione di dibattito teorico sugli studi queer, e un workshop teorico-pratico sul cinema (dal 2 al 9 giugno) condotto dalla regista francese Claire Simon.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sono vari i temi che percorrono i film selezionati quest’anno: fughe, nomadismo, tecnologia, nevrosi, alienazione, crisi della famiglia tradizionale e nuove prospettive relazionali, affrontate sia con la leggerezza della commedia, sia con le asperità del dramma, con un’attenzione particolare allo sguardo femminile su erotismo, sessualità e rapporti interpersonali. Tra i titoli in programma, The Misandrists [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Bruce LaBruce, fantasiosa e ironica vicenda a sfondo sociopolitico ambientata in una foresta, dove una cellula segreta di terroriste femministe pianifica la distruzione del patriarcato; The Love Witch di Anna Biller, una divertente ricostruzione delle atmosfere da b-movies anni ’60, che ha per protagonista un’avvenente “strega” vendicatrice e sadica nei confronti degli uomini; Sarah Winchester di Bertrand Bonello, una sorta di opera-balletto che scorre parallelamente all’incredibile vicenda di una donna straordinaria: la moglie dell’inventore e produttore del celebre fucile Winchester ’77; e poi ancora, Rester Vertical [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Alain Guiraudie
scheda film
]
di Alain Guiraudie, O ornitologo [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: João Pedro Rodrigues
scheda film
]
di João Pedro Rodrigues, Los objetos amorosos [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Adrián Silvestre, e Uncle Howard di Aaron Brookner, ritratto della temperie artistica e culturale newyorkese degli anni ’80, con William Burroughs, Andy Warhol, Jim Jarmusch, Madonna e altri. Il film d’apertura sarà Little Man di Ira Sachs, racconto leggero dell’amicizia di due ragazzini nella brulicante Brooklyn dei nostri giorni. Nella serata inaugurale sarà inoltre proiettato il trailer "politicamente scorretto" che il regista Franco Maresco ha realizzato in esclusiva per il festival: il gender secondo i fratelli La Vecchia.

La giuria internazionale, presieduta dal regista portoghese João Pedro Rodrigues, è composta dall’attrice Silvia Calderoni (del gruppo teatrale d’avanguardia Motus), dai francesi Jean-Sébastien Chauvin (critico dei Cahiers du Cinéma) e Arnold Pasquier (regista) e dall’attrice tedesca Susanne Sachsse. I vincitori del concorso lungometraggi e del concorso cortometraggi riceveranno rispettivamente 500€ e 1000€ e un’opera realizzata dall’artista Daniele Franzella. Alla giuria internazionale si affiancheranno la Giuria del Coordinamento Palermo Pride e quella dell’Associazione 100 Autori, composta dal regista Marco Amenta, la sceneggiatrice Carlotta Mastrangelo e la documentarista Enza Negroni.

Roma_Lazio_FC
Bridging_the_dragon_Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss