Sieranevada (2016)
The Party (2017)
Verano 1993 (2017)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FINANZIAMENTI Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Donne e opere prime per la quarta sessione di screen.brussels

di 

- 11 progetti di cui 7 lungometraggi di finzione, in particolare il primo film di Didier Van Cauwelaert, saranno supportati in occasione della quarta sessione di sostegno di screen.brussels

Donne e opere prime per la quarta sessione di screen.brussels
La regista Eva Cools

Un milione di euro sarà ripartito tra gli 11 progetti selezionati da screen.brussels, il fondo d’investimento brussellese, che conta in tal modo di veder generati 7.250.000 € di spese audiovisive strutturanti nella Regione di Bruxelles-Capitale.

Tra i film sostenuti spicca una star internazionale (Thomas Vinterberg e il suo Kursk, con interpreti Matthias Schoenaerts, Léa Seydoux e Colin Firth, prodotto da Belga Films), un’impressionnante immersione nel cuore della giungla congolese in The Mercy of the Jungle del regista ruandese Joël Karekezi, prodotto da Néon Rouge, con Marc Zinga (Les Rayures du Zèbre [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Bienvenu à Marly-Gomont [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Nos Patriotes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) nel ruolo principale, e ancora Patser, il nuovo film del duo formato da Adil El Arbi e Bilall Fallah di cui vi abbiamo parlato di recente (leggi la news), prima produzione di 10.80 Films, la società creata da Nabil Ben Yadir e Benoît Roland.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche tre opere prime sono in programma in questa sessione: Cleo della regista fiamminga Eva Cools, prodotto da Lunanime; For a Happy Life dei brussellesi Salima Glamine e Dimitri Linder, che passa dietro la macchina da presa dopo essere stato a lungo primo assistente alla regia di Bouli Lanners, Joachim Lafosse, Benoît Mariage, e prodotto da Tarantula; e per Climax Films, J’ai perdu Albert di Didier Van Cauwelaert, autore francese adattato cinque volte al cinema che passa a sua volta alla regia con questa commedia un po’ fantastica in cui Stéphane Plaza è abitato dallo spirito di Albert Einstein.

Selezionato infine il nuovo film della regista Delphine Lehericey, Le Milieu de l’horizon, coprodotto da Entre Chien et Loup. In questo adattamento del romanzo omonimo di Roland Buti (Svizzera), ritroveremo Laetitia Casta (Je t’aime, moi non plus [+leggi anche:
trailer
Intervista a Joann Sfar, regista di Ga…
scheda film
]
, Des lendemains qui chantent [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Jalil Lespert (Le Petit Lieutenant [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, De guerre lasse [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e Clémence Poésy (Famiglia all’improvviso [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
, Tunnel).

(Tradotto dal francese)

Gijon_Home
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss