Beauty and the Dogs (2017)
On Body and Soul (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Bulgaria/Polonia/Turchia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Radiogram: una storia sul potere, la discriminazione e la musica

di 

- Il film drammatico di Rouzie Hassanova si è aggiudicato il Premio per la Miglior Opera Prima al Golden Rose Film Festival 2017

Radiogram: una storia sul potere, la discriminazione e la musica
Alexander Hadjiangelov in Radiogram

Se si può dire una cosa riguardo il 35esimo Golden Rose Film Festival è che un’altissima percentuale tra i 16 film bulgari in competizione hanno tratto ispirazione dal passato. Radiogram di Rouzie Hassanova non fa eccezione: ambientato agli inizi degli anni ’70 sui Monti Rodopi, il dramma esplora le tribolazioni della comunità musulmana locale oppressa dal regime comunista.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sceneggiatura, scritta da Hassanova, affronta due tematiche interessanti. Una riguarda il potere della musica, in quanto vediamo il piccolo Ahmet (un promettente Aleksander Ivanov) ascoltare musica proibita rock’n’roll da una vecchia radio. L’altra è la reazione istintiva contro l’abuso e l’oppressione: il rappresentante comunista locale, Zahariev (Aleksandar Aleksiev), sembra disposto a fare qualsiasi cosa per far rispettare la decisione del partito di far assumere a tutti i musulmani della regione un nome cristiano. A metà tra l’una e l’altra troviamo Ali (Alexander Hadjiangelov) e Yasmin (Yana Titova), genitori di Ahmet e protagonisti della storia. Quando la radio si rompe, il viaggio di Ali verso un villaggio sulle montagne per comprarne una nuova diventa un tentativo simbolico e liberatorio per sottolineare l’importanza di dire no all’oppressione.

Con la straordinaria direzione della fotografia di Kiril Prodanov e ispirato a fatti realmente accaduti alla famiglia della regista, Radiogram esplora in maniera efficace una parte sconosciuta (perlomeno al pubblico straniero) della storia bulgara. La vita calma e serena ai piedi dei Monti Rodopi, dove coltivare tabacco è un’importante fonte di sostentamento, viene rappresentata con immagini vivaci e tenere, in netto contrasto con lo sguardo d’acciaio e i metodi violenti di Zahariev.

Radiogram è una coproduzione tra Menclips (Bulgaria), Film Produkcja (Polonia) e Solis Film (Turchia). Il film sarà distribuito in Bulgaria la prossima primavera.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss