Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BUSAN 2017

email print share on facebook share on twitter share on google+

Un solido contingente europeo pronto a sbarcare a Busan

di 

- La 22a edizione del festival internazionale del cinema sudcoreano ospiterà le prime mondiali e internazionali di diversi film dall’Europa

Un solido contingente europeo pronto a sbarcare a Busan
La Promesse de l'aube di Eric Barbier

Dal 12 al 21 ottobre, il 22° Festival internazionale del cinema di Busan si focalizzaerà ancora una volta sul panorama cinematografico asiatico, ma riserverà un ambito spazio anche al cinema europeo. 

La sezione World Cinema ospiterà la prima mondiale di La Promesse de l'aube [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il quinto film del regista francese Eric Barbier, con Pierre Niney e Charlotte Gainsbourg, una coproduzione franco-belga che adatta l’omonimo romanzo di Romain Gary, in cui l’autore rievoca la sua infanzia in Polonia, la sua adolescenza a Nizza, la sua vita studentesca a Parigi, il suo duro apprendistato in aviazione e le sue storie di guerra da Francia, Inghilterra e Africa. Carbon di Olivier Marchal è la seconda coproduzione franco-belga presentata in anteprima mondiale al festival, e racconta la storia di un uomo ordinario (incarnato da Benoît Magimel) che rischia di perdere la sua attività e mette in atto una truffa che si trasforma nel colpo del secolo. L’attesissimo nuovo film del regista di Tangerines [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 Zaza UrushadzeThe Confession [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
 (Georgia/Estonia), racconta la storia di un ex regista che inizia una nuova vita come prete in un piccolo villaggio di montagna in Georgia. La sezione accoglierà 34 (co-)produzioni europee in totale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sezione Flash Forward propone la prima mondiale di Bitter Flowers, una coproduzione belgo-franco-svizzero-cinese diretta da Olivier Meys, che segue una donna cinese che tenta la fortuna a Parigi, e Upside Down del portoghese Hugo Martins, che si concentra su due giovani personaggi che lottano contro la crisi economica del loro paese. The Man with the Magic Box [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Bodo Kox (Polonia/Italia),  Under the Family Tree [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Constanze Knoche (Germania/Polonia), Veleno [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Diego Olivares (Italia) e Goliath [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dominik Locher
scheda film
]
 di Dominik Locher (Svizzera) avranno la loro prima internazionale in questa sezione, che è ugualmente piena di film europei. Tutti questi film concorrono al Premio del Pubblico Busan Bank.

Altre prime mondiali sono in programma nella sezione Wide Angle, come Hugo di Wojciech Klimala (Polonia), oltre a interessanti casi di coproduzione tra Europa e Asia, come A Free Man di Andreas Hartmann (Germania/Giappone), Letters di Jéro Yun e Marte Vold (Corea del Sud/Norvegia), e In the Claws of a Century Wanting di Jewel Maranan (Filippine/Germania/Qatar). 

Il festival ospiterà inoltre l’Asian Film Market (14-17 ottobre), dove i professionisti di tutto il mondo avranno l’opportunità di gettare ponti tra i loro paesi (leggi la news su Europe! Umbrella di European Film Promotion).

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss