Grain (2017)
Las distancias (2018)
Lemonade (2018)
La enfermedad del domingo (2018)
Mes Provinciales (2018)
Transit (2018)
Foxtrot - La danza del destino (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Robert Sedláček racconta la vita del martire Jan Palach

di 

- La storia di Jan Palach sta per essere ripresa dal grande schermo per la seconda volta, l’attenzione sarà focalizzata sugli ultimi mesi della vita del martire ceco.

Robert Sedláček racconta la vita del martire Jan Palach
Viktor Zavadil nella parte di Jan Palach (© Cineart TV Prague)

La storia del più celebre martire ceco, Jan Palach, sarà nuovamente sul grande schermo. Dopo la serie di successo di HBO Burining Bush [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
diretta da Agnieszka Holland, poi riadattata per il cinema (leggi la news), Robert Sedláček (Long Live the Family) ha ricevuto l’incarico di girare l’eponimo film biografico. Mentre Agnieszka Holland si concentra sulle conseguenze  dell’autoimmolazione del martire, Sedláček racconta gli ultimi mesi che hanno condotto il giovane a compiere il disperato atto di protesta contro l’invasione sovietica del 1968. “Voglio raccontare la tragica storia di Jan Palach, che non è quella di una puerile e spontanea lotta contro il totalitarismo, ma un esempio di come l’oppressione possa portare un individuo sensibile a gesti estremi”, afferma il regista, spiegando la sua decisione di raccontare nuovamente la storia, messa per iscritto da Eva Kantůrková, portavoce di Charter 77 negli anni ’80 e scrittrice.

“Quella mattina, Jan Palach parlò con sua madre, fece un piccolo spuntino, scherzò con un compagno di stanza del dormitorio e fece una doccia prima di dirigersi in città. La telecamera indugia sul volto di Jan per tutto il film, cercando di cogliere i momenti in cui prende le decisioni che erano sfuggiti a coloro che vivevano con lui nel 1968 o che, forse, erano stati capiti ma nessuno avrebbero mai immaginato che cosa sarebbe successo”. La sinossi del film svela, quindi, lo stile di Robert Sedláček, regista di documentari prestatosi alla finzione. Il giovane attore Viktor Zavadil reciterà il ruolo di protagonista, mentre l’esperta attrice Zuzana Bydžovská farà la parte della madre. Le riprese, iniziate a Praga ad agosto, continueranno a novembre e dicembre. Si sta lavorando duramente per ricreare le ambientazioni del 1968, tra cui l’invasione.

Questo film biografico è prodotto da Cineart Tv Prague e coprodotto dall’emittente pubblica Czech Television, da Up&Up Production, dalla compagnia polacca ARINA e dall’emittente pubblica slovacca Radio and Television Slovakia. Il budget stimato è di 1,74 milioni. L’uscita in Repubblica Ceca coinciderà con il 50° anniversario dell’occupazione sovietica della Cecoslovacchia, il 21 agosto 2018.

(Tradotto dall'inglese)

Basque Cannes
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss