Loving Vincent (2016)
Patser - Gangsta (2018)
La Douleur (2017)
Handia (2017)
Verónica (2017)
L'insulto (2017)
Jeune femme (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Svizzera/Belgio/Lussemburgo/Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Fauves, la libertà a qualsiasi costo

di 

- Il primo lungometraggio di Robin Erard, presentato in anteprima all’Hof International Film festival, sorprende grazie ad atmosfere surreali intrise di mistero

Fauves, la libertà a qualsiasi costo

Con il suo cortometraggio Elder Jackson il giovane regista svizzero Robin Erard ci aveva già trasportato in luoghi misteriosi popolati da personaggi ambivalenti, ma con Fauves [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
raggiunge il climax del surrealismo "made in Switzerland".

Arricchito di un cast sorprendente: Jonathan Zaccaï (Miséricorde [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Fulvio Bernasconi
scheda film
]
, Elève libre [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jacques-Henri Bronckart
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
) e la giovane speranza francese Zacharie Chasseriaud (Un’estate da giganti [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
), Robin Erard prende il pubblico in contropiede grazie ad un racconto crudele e misterioso dove violenza, fantasmi (nel senso lato del termine) e ingenuità dominano sovrani. Fauves ci mostra che la libertà può assumere diversi volti e che il prezzo da pagare per ottenerla è spesso salato.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Oskar, adolescente ribelle rimasto orfano quand’era ancora un bambino, vive con Elvis e Fanny Eggard, i suoi tutori legali. Oskar vuole fuggire, lontano da tutto e tutti, in Zimbabwe, dove ha passato con i genitori i primi anni della sua vita. I soldi necessari per realizzare il suo sogno sono molti e raccimolarli non è certo cosa facile. Oltre a ciò Elvis lo obbliga a lavorare duro per ottenere il suo diploma, poco importa se la motivazione non fa che diminuire. I rapporti di forza, che marcano a fuoco la relazione tra i due personaggi lasciano progressivamente il posto ad una violenza cieca dalle conseguenze difficilmente calcolabili. Il mondo di Oskar verrà stravolto e la sua sete di libertà si trasformerà in fuga necessaria, per sopravvivere. Cosa ne sarà di Elvis, rimasto ormai solo? la follia lo trascinerà verso l’abisso obbligandolo a mostrare il suo vero volto?

Sebbene Fauves sia un film destabilizzante dal punto di vista dell’evoluzione narrativa e della psicologia dei personaggi, a primo acchito non è facile lasciarsi avvolgere dalla sua atmosfera, allo stesso tempo affascinanti e irreale. E giustamente questa dose forse eccessiva di "irrazionalismo" che mantiene in un primo momento lo spettatore a distanza. Cosa spinge Oskar a commettere l’irreparabile? Perché introdurre, in modo così repentino ed inaspettato, quest’elemento (l’omicidio) nella narrazione? Queste e altre domande ci frullano nella testa impedendoci forse di godere appieno di immagini esteticamente potenti che ricordano a tratti l’eleganza formale dei primi film di Dario Argento. E molto probabilmente verso i gialli italiani, con i loro codici estetici rigorosi e le loro atmosfere glaciali che bisogna rivolgersi per apprezzare pienamente Fauves. Come nel caso di film ormai diventati pietre miliari del genere quali Suspiria e Profondo rosso ma anche capolavori più sconosciuti quali La casa dalle finestre che ridono e Nero veneziano, la narrazione è a tratti incomprensibile e per certi versi (volutamente) singhiozzante. Poco importa se le reazioni dei personaggi sono eccessive, quasi barocche, quello che conta è l’intensità delle scene, la bellezza formale delle inquadrature e l’ammaliante perversione dei personaggi. Tutto ciò lo ritroviamo nel film di Erard, forse ancora allo stadio embrionale, ma sicuramente già presente.

Fauves è prodotto da Box Productions, Les Films Fauves, Novak Production e RTS. Box Productions si occupa anche della vendita all’internazionale.

Leggi anche

IDW Supsi
Structural Constellations
WBI Rotterdam
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss